FoxLife  

Grey's Anatomy 12: il commento a "Tutto ciò che voglio sei tu"

di -

Meredith si ritrova ad affrontare le conseguenze emotive del suo attacco ripensando alla sua vita, mentre le coppie del Grey Sloan Memorial si avvicinano tra loro.

Meredith e Maggie sul divano di casa in uno scatto episodico

547 condivisioni 99 commenti

Condividi

Sto bene, sono felice di essere qui. Ho vissuto una brutta esperienza e sono fortunata ad essere viva, di stare bene, e lo capisco. Perciò... sì, sono felice di stare qui."

Dopo essere sopravvissuta alla tragedia e aver superato i traumi fisici, in questo nuovo episodio di Grey's Anatomy, Meredith si ritrova faccia a faccia con le conseguenze psicologiche dell'accaduto.

A sentirla parlare durante la sua prima seduta con il nuovo psicologo ci sembra di avere di fronte una persona totalmente diversa rispetto a quella della quarta stagione, quando in cura dalla Dr.ssa Wyatt si lamentava della sua vita e chiedeva di essere sistemata.
Oggi la Grey è maturata, ha visto davvero il peggio della vita e metabolizza il dolore in maniera diversa. Sembra accettare le tragedie quasi in maniera positiva, forse reprimendole e comprimendole nel passato, come a lasciarsele alle spalle per non farsi raggiungere.

Mentre Meredith ripercorre il brutale attacco e con emozionanti flashback ci fa rivivere i momenti più toccanti degli ultimi anni passati in sua compagnia, Alex dà nuovamente prova di essere un chirurgo eccezionale grazie a Maya, ragazzina di 15 anni ricoverata per un condosarcoma.

Prima di sottoporsi a una rischiosa operazione, Maya piange con Karev che la rassicura

Il caso della giovane porterà Alex a scontrarsi con Callie e Maggie in merito a come procedere: se Karev vorrebbe un approccio più cauto le due dottoresse avallano le richieste della giovane paziente tentandone uno più invasivo.
Quando però le cose si fanno toste per la paziente è lui a prendere in mano la situazione, standole vicino rassicurandola e rivedendo se stesso in quella ragazzina già troppo cresciuta
Non riusciamo a capire come la Wilson possa ancora avere dei dubbi in merito alla proposta di matrimonio, siamo quasi sicuri non si meriti una persona come Alex, e nello sguardo di disapprovazione che le lancia Meredith a fine puntata ci siamo dentro anche tutti noi.

Il bacio tra Alex e la Wilson in macchina

Se Alex e Jo rimangono ancora in stallo, con una Wilson che rivuole Alex a casa ma non ha intenzione di fare un passo verso di lui, le due che non hanno paura a riavvicinarsi in maniera spontanea sono Callie e Penny. Non sappiamo quanto possano durare queste due, ma al momento è bello vedere come la presenza della Blake non sia più motivo di drammi né per la Torres né per la Grey. 

Il dramma è invece sempre in agguato per Owen e Amelia. Il tip-tap della coppia che non riesce a capire che direzione prendere continua, ma stavolta Owen si apre, e svela qualche (prevedibile) retroscena in merito al suo rapporto con Riggs. Nathan non è il fratello o l'improbabile sorella dopo il cambio di sesso, ma semplicemente l'ex migliore amico di Hunt. Quando i due hanno prestato servizio insieme a loro c'era anche Megan, la sorella di Owen. Nathan doveva proteggerla, ma non ce l'ha fatta, e per questo Hunt non riesce proprio a perdonarlo.

L'intesa lavorativa tra i due è ancora viva: vederli operare insieme è fantastico e sembra danzino in una sintonia perfetta dando vita a un unico super-chirurgo, ma appena posati i bisturi la tensione torna a farla da padrone. Quanto passerà prima di conoscere tutta la verità e vederli far pace?

Ma torniamo a Meredith, che rimane ancora protagonista assoluta della puntata nonostante un respiro più corale dell'episodio. I suoi scambi di battute con lo psicologo ci mostrano una madre e una donna forte, più forte di quanto ci aspettassimo arrivati a questo punto.

Ho visto di peggio. Questa non è la cosa più spaventosa che ho affrontato. Ha letto la mia cartella? Si legge tutta d'un fiato! Le cose terribili succedono ogni giorno. Ogni giorno in cui nessuno muore è una bella giornata."

Meredith vorrebbe stare da sola, ma allo stesso tempo si rende conto che non vuole esserlo: chiede a Maggie, Alex, la Bailey e Callie di andarsene ma appena lo fanno la verità arriva, forte come uno schiaffo in pieno viso. Ripercorrendo l'addio di Lexie, l'addio a Cristina, quello di Richard nei confronti di Ellis, quello di Derek una frase emerge:

Mi hanno lasciato sola. Sono brava a stare sola, ho imparato a farlo."

Ma per una consapevolezza raggiunta ce n'è un'altra che si fa strada, pronta a mettere Meredith su un sentiero inedito grazie alle sagge parole del terapeuta. Meredith non è più sposata, non è più una vedova, che cos'è oggi Meredith Grey? 

Si sente smarrita, non sa chi è e cosa vuole... può rimanere da sola, ma non vuole."

È giunto il momento per Meredith di risalire davvero in sella, di trovare una nuova intimità, ma soprattutto di capire che anche se la verità fa paura, la verità ora è che può fare tutto quello che vuole.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.