FoxAnimation

Imagining Zootopia, lo splendido video che racconta il mondo di Zootropolis

di -

Lo splendido documentario Imagining Zootopia rivela i retroscena della storia di Zootropolis e quanto il film è cambiato nel corso degli anni.

0 condivisioni 0 commenti

Share

Il 2016 è iniziato da poco, ma Zootropolis si è già confermato uno dei migliori film dell'anno.
La coniglietta Judy Hopps e la volpe Nick Wilde hanno conquistato il pubblico e la critica, superando con facilità i 500milioni di dollari al botteghino.

Ma com'è cambiata la loro storia durante la lunga produzione del film? Fusion ha da poco rilasciato uno splendido documentario, purtroppo solo in lingua inglese, sulle origini e lo sviluppo di questo nuovo gioiellino dell'animazione. Imagining Zootopia ci svela molti dei segreti del film direttamente dalle labbra del regista, degli animatori, degli storyteller e molti altri talenti creativi che hanno contribuito a portarlo in vita.

Se il film vi è piaciuto, il video è un automatico must-see. I suoi 45 minuti vi sembreranno solo pochi secondi mentre scoprirete come la storia si è evoluta nel corso del tempo. Qualche esempio? Presto fatto.

La volpe Nick Wilde in una delle prime concept art di ZootropolisHD©Disney Studios
Nick Wilde in una concept art di Zootopia (Zootropolis)

Nella versione finale del film, scopriamo che dietro l'utopia apparente di Zootropolis si nascondono tensioni e pregiudizi. Il lato oscuro di questo mondo era molto più marcato nelle prime versioni del film, dove i predatori erano costretti a indossare un "collare punitivo" capace di fulminarli con una potente scarica elettrica.

Nick è stato a lungo il protagonista principale della storia, che è poi stata interamente riscritta per seguire Judy, il personaggio che cambia di più nel corso della narrazione. La scena del litigio tra i due è stata quella che ha chiesto più impegno da parte del team, che voleva renderlo uno degli elementi centrali del film. Visto il risultato finale e l'impatto emotivo della sequenza, possiamo dire che c'è riuscito.

Il regista Byron Howard e i suoi collaboratori svelano molte altre nozioni come questa, e riescono già a farci sperare in un sequel che sia all'altezza del primo capitolo. Il team ha già lavorato duramente sul passato di Nick e questa potrebbe essere la solida base su cui costruire nuove storie che vedono protagonista lui e gli altri abitanti di Zootropolis.

Incrociamo le dita.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.