FOX  

Outcast: Benvenuti a Roma, West Virgina. La location della serie TV

di -

La storia di Kyle Barnes è ambientata a Rome, cittadina immaginaria nel West Virginia. Quando si parla di possessione demoniaca, tutte le strade portano a Roma...

Outcast: ecco la cittadina di Rome

653 condivisioni 33 commenti

Share

In qualche modo, tutte le strade portano a Roma.

La Rome di Outcast, cittadina del West Virginia scelta come ambientazione della serie tratta dall'omonimo fumetto di Robert Kirkman, in arrivo a giugno in prima assoluta su FOX.

E la nostra Roma, la Roma capitale d'Italia, scelta (giustamente) come sede per l'anteprima di Outcast del 19 aprile.

Kyle Barnes (Patrick Fugit in TV) è nato e cresciuto a Rome, cittadina immaginaria che la produzione della serie ha ricostruito nel Sud Carolina (a Rock Hill, Chester e York), sede delle riprese.

Outcast: uno dei set di Rome, la cittadina in cui vive Kyle Barnes

Rome è una di quelle cittadine americane in cui tutti si conoscono, o meglio: tutti sanno tutto di tutti. Anche se non si frequentano e non si sono mai presentati ufficialmente.

In un posto del genere è difficile mantenere un segreto. Soprattutto un segreto come quello di Kyle, che fin da bambino ha avuto a che fare con persone possedute dai demoni.

Kyle ha qualcosa di speciale, nel suo sangue c'è la "cura" per la possessione demoniaca. E il reverendo Anderson, che l'aveva incontrato da piccolo, lo ricorda bene.

Per questo gli chiede aiuto con un caso di cui si sta occupando, spingendo Kyle a uscire dall'isolamento in cui aveva sempre vissuto e dandogli la motivazione per indagare sul suo "dono".

Nel fumetto di Kirkman, magistralmente disegnato da Paul Azaceta ed edito in Italia da saldaPress, Rome si caratterizza per la desolazione del paesaggio, l'anonimato di una cittadina qualunque, persa nell'immenso territorio degli Stati Uniti e ordinaria sotto tutti i punti di vista.

Outcast: un'immagine della cittadina scelta per riprodurre Rome

In realtà, Rome è molto più di questo: è un luogo che non fa solo da sfondo alla vicenda principale. In qualche modo, ne è protagonista. E il suo nome (che fa riferimento a Roma, al Vaticano e a tutta la tradizione storica, letteraria e cinematografica legata al tema della possessione e a quello dell'esorcismo) non è stato scelto a caso.

Così come non è un caso, dicevamo, che l'appuntamento per l'anteprima del pilot di Outcast, diretto da Adam Wingard, sia stato fissato a Roma.

Roma è un po' la casa di tutti noi italiani, la nostra capitale.

E presto anche Rome diventerà una (spaventosa) casa, per noi. All'arrivo di Kyle Barnes e della sua imperdibile storia, non potremo sfuggirle.

Anche noi verremo catturati dai suoi paesaggi autunnali, dai suoi alberi spogli, dai suoi colori freddi, dalle sue strade semideserte. E dall'orrore che nascondono.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.