FOX

Perché C-3PO ha il braccio rosso nell'ultimo Star Wars? Ecco il motivo

di -

In Star Wars: Il Risveglio della Forza il droide C-3P0 presenta un misterioso braccio rosso, invece della sua classica finitura dorata. Come mai? Il perché lo spiega un fumetto.

Immagine di C-3PO dal fumetto Star Wars Special: C-3P0

123 condivisioni 44 commenti

Share

Star Wars: Il Risveglio della Forza ha rappresentato un successo senza precedenti nel franchise, oltre ogni più rosea previsione. Il film, generalmente ben accolto dalla critica, ha riportato sul grande schermo gli storici personaggi della trilogia originale: da Han Solo (su cui arriverà uno spin-off con già un probabile protagonista) a Leia, da Luke Skywalker a Chewbecca.

A questa "reunion" hanno partecipato anche i droidi più famosi della storia del cinema: R2-D2 e C-3PO. Se il primo è stato messo in ombra dal nuovo BB-8, anche per motivi di sceneggiatura, il secondo ha ricevuto una parte leggermente più importante.

Quello che i fan hanno notato subito è stato il misterioso braccio sinistro del droide, misterioso perché rosso e non dorato come il resto del suo corpo. Nel film non viene spiegato il motivo di questo strano particolare ma oggi, con l'arrivo nei negozi del fumetto "Star Wars Special: C-3P0", finalmente possiamo far luce sulla vicenda.

Nell'albo viene raccontata la storia di C-3PO, ovviamente, e di un droide protocollare del Primo Ordine chiamato OMRI, preso prigioniero dalla Resistenza. Il droide sa dove il Primo Ordine custodisce l'Ammiraglio Ackbar, catturato sul campo di battaglia. OMRI, però, non intende rivelare l'informazione.

La nave su cui i due droidi viaggiano precipita su un pianeta alieno e inospitale: assieme ad altri loro simili, partono alla ricerca di eventuali umani ancora vivi dopo lo schianto.
Come potete immaginare, gli eventi prenderanno una brutta piega.

Immagine dal fumetto Star Wars Special: C-3P0, in cui il droide perde il braccioHDMarvel

Il braccio di C-3PO viene strappato da una creatura marina, mentre un altro droide si sacrifica per permettere a lui e OMRI di scappare. Anche l'equipaggio umano è morto, così i due sopravvissuti robotici si rifugiano in una grotta.
Intanto su pianeta si scatena una pioggia acida e OMRI, intuendo la sua fine, decide di rivelare a C-3PO le coordinate della prigione dove si trova l'Ammiraglio Ackbar.

A quel punto OMRI si avventura sotto la letale pioggia e attiva un segnale di SOS da un TIE Fighter abattuto. Mentre l'acido lo consuma, la vernice nera di cui è ricoperto si scioglie e rivela un colore rosso acceso.

Poe Dameron e BB-8 alla fine riescono a salvare C-3PO che, prima di lasciare il pianeta, recupera un braccio dai resti di OMRI: lo indosserà come segno di riconoscenza e... perché gli manca proprio un arto.

L'appendice rossa si vede chiaramente anche in Il Risveglio della Forza e lo stesso C-3PO si chiede se Han Solo lo riconoscerà.

Attorno alla scelta cinematografica del colore si era creato un piccolo mistero, cui spesso i membri del cast e della produzione avevano fatto allusione. 
Bene, ora sappiamo quello che è successo.

Non resta che scoprire se il braccio rosso resterà anche negli altri due film della trilogia corrente oppure il droide tornerà al suo classico color oro.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.