FoxLife

Emilia Clarke era ubriaca e photoshoppata sulla copertina osé di Esquire

di -

Emilia Clarke ha rivelato a Ellen DeGeneres che per posare nuda per Esquire nel 2015 ha avuto bisogno di bere e che il suo corpo perfetto è frutto di Photoshop.

Emilia Clarke nel servizio di Esquire di ottobre 2015

69 condivisioni 4 commenti

Condividi

Mangiare il cuore crudo di un cavallo e affrontare interminabili viaggi nel deserto? Nulla in confronto a posare nuda per un servizio fotografico.

Ospite a The Ellen DeGeneres Show, Emilia Clarke ha raccontato un divertente aneddoto sulla copertina che Esquire le ha dedicato a ottobre 2015 in qualità di "donna più sexy del mondo".

L'interprete di Game of Thrones - che tornerà il 24 aprile negli Stati Uniti su HBO e il 25 aprile in Italia su Sky Atlantic con la sesta stagione - ha rivelato infatti che per realizzare gli scatti in cui compare senza veli in atteggiamenti sensuali ha avuto bisogno di "coraggio liquido".

È stato un servizio divertente. Girare scene di sesso [nei panni di Daenerys Targaryen, n.d.r.] è una cosa, ma per farlo come me stessa ho avuto bisogno di alcol.

Per mettere a suo agio l'attrice, la redazione della rivista USA ha provveduto a fornirle liquori e distillati ed Emilia ha ammesso che alla fine non era più in sé.

Continuavano a versarmi vodka. E così eccomi ubriaca. Ubriaca e photoshoppata. 

In questo modo, la protagonista di Game of Thrones (della cui sigla di testa è stata realizzata una versione in 3D a 360° a dir poco pazzesca) ha anche confermato quello che molti sospettavano: il corpo perfetto che mostra in copertina è frutto di alcuni sapienti ritocchi.

Emilia Clarke sulla copertina di Esquire nei (pochi) panni di "donna più sexy del mondo"HDEsquire
Emilia Clarke è ubriaca e photoshoppata sulla copertina di Esquire nei (pochi) panni di "donna più sexy del mondo"

Si è trattato di una battuta infelice? Tutt'altro.

Per la serie "una risata vi seppellirà", con la sua schiettezza l'attrice ha semplicemente confermato che nel mondo dello spettacolo non è tutto oro quello che luccica, senza imbarcarsi in discutibili polemiche, come quella della collega Kerry Washington nei confronti di Adweek.

L'interprete di Olivia Pope in Scandal, infatti, ha criticato la redazione per averla ritoccata in copertina, salvo spendere a più riprese parole di elogio per la rivista e invitare i fan ad acquistarla.

L'alter ego di Daenerys, invece, con l'ironia è andata dritta al punto: nessuno è perfetto, neppure (tantomeno) le osannate celebrità del mondo dello spettacolo.

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.