FOX  

Uno spinoff per 22.11.63? Stephen King non lo esclude a priori!

di -

Se anche voi desiderate uno spinoff di 22.11.63, abbiamo 2 notizie per voi: la buona è che King lo ha già immaginato, la cattiva è che non è (ancora) in programma.

Stephen King insieme a James Franco e J.J. Abrams

1k condivisioni 171 commenti

Condividi

Le avventure di Jake Epping - professore di storia in missione negli anni '60 per salvare JFK - hanno conquistato il pubblico statunitense (e stanno facendo lo stesso qui in Italia). Pubblico che ora chiede a gran voce un sequel, o uno spinoff, di 22.11.63 - la serie con James Franco.

Lo stesso Stephen King, a cui dobbiamo il best seller che ha ispirato la serie e che ora veste i panni di produttore esecutivo dello show, ha parlato di questa eventualità nel corso di una sessione di domande e risposte sulla pagina Facebook del programma. E, tenetevi forte, si è detto possibilita.

Ecco cosa ha dichiarato nel dettaglio il Re del terrore nel corso dell'intervista.

C'è un spiegazione per l'esistenza del wormhole che fa tornare nel 1960? È lì per un motivo?

Penso che il rabbit-hole (o wormhole, come lo chiami tu) sia un errore cosmico, un difetto di base dell'universo. A causa di tutti i paradossi temporali che si possono generare, il viaggio nel tempo è incredibilmente pericoloso - le bombe atomiche sono giocattoli in confronto.

Hai mai anche solo pensato di scrivere uno spinoff?

Se dovessi mai scrivere uno spinoff di 22.11.63 parlerebbe di Jake che tenta di fermare gente senza scrupoli intenzionata a usare il tunnel spazio-temporale per il proprio tornaconto personale.

Mi piacerebbe tantissimo scriverne uno spinoff di 22.11.63, ma a volte è semplicemente meglio non tornare indietro per un bis.

Qual è stato il personaggio più difficile da scrivere? Uno di fantasia come Jake Epping o uno come Lee Harvey Oswald, storicamente esistito?

Ero terrorizzato all'idea di romanzare una figura storica come Oswald. Mi sono sentito un po' come Jake, a giocare con il passato. 22.11.63 è stata la mia prima incursione nel mondo della narrativa con personaggi realmente esistiti.

Prima di scrivere il libro, quale era la tua opinione sull'assassinio di JFK? Credevi che Lee Harvey Oswald avesse agito da solo? Le ricerche che hai dovuto fare hanno cambiato la tua opinione?

Ho sempre pensato che Oswald avesse agito da solo, forse perché stava perdendo sua moglie e ha tentato disperatamente di impressionarla. È stato, dal mio punto di vista, il crimine casuale di un singolo. Molti rifiutano questa versione perché vorrebbe dire che la nostra vita è basata sul caso. Naturalmente ho letto tutte le teorie complottiste, ma mi sono sembrate un po' fragili.

Non perdere la puntata 3 di 22.11.63, ogni lunedì all 21.00 in prima assoluta su FOX.

 

 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.