FoxLife

L'attivista Harriet Tubman comparirà sui 20 dollari americani

di -

Un'attivista per i diritti delle persone di colore al posto di un mercante di schiavi. Harriet Tubman prenderà il posto di Andrew Jackson sui 20 dollari americani.

Harriet Tubman in una foto d'epoca

2 condivisioni 0 commenti

Condividi

L'attivista statunitense Harriet Tubman sarà il nuovo volto dei 20 dollari americani, al posto di Andrew Jackson.

Lo storico cambiamento è stato annunciato il 20 aprile dal Segretario al Tesoro degli Stati Uniti, Jack Lew, tuttavia la donna conosciuta anche come il "Mosè della gente nera" non spodesterà completamente il settimo presidente USA.

Con una decisione all'insegna del "cerchiobottismo", infatti, l'Amministrazione Obama ha deciso di mantenere l'effige di Jackson sul retro della banconota, incappando in più di una critica, come quella mossa dalla giornalista e scrittrice Jillian Keenan dalle pagine della rivista Slate.

Il primo presidente democratico degli Stati Uniti, infatti, era un mercante di schiavi e, quando era generale dell'esercito, ha partecipato al genocidio dei nativi americani, nei confronti dei quali - una volta eletto - ha adottato provvedimenti particolarmente aggressivi, culminati nel 1830 negli espropri e nelle deportazioni dell'Indian Removal Act.

Tuttavia, c'è anche chi lo difende, come l'ex candidato alle primarie presidenziali 2016 Ben Carson.

Come riporta Vanity Fair, ospite del talk show Cavuto, in onda sul network americano FOX, Carson si è schierato dalla parte di Jackson:

Insomma, Andrew Jackson è stato l'ultimo presidente a ottenere il pareggio di bilancio nella Confederazione. L'unico con il quale il debito nazionale è stato pari a zero. Adoro Harriet Tubman e quello che ha fatto, ma credo che dovremmo trovare un altro modo per onorarla. Magari con un biglietto da 2 dollari.

Harriet Tubman sarà il nuovo dei 20 dollariHDWomen on 20s
Un'ipotesi di come saranno i nuovi 20 dollari con il volto di Harriet Tubman

La scelta di Harriet Tubman per le nuove banconote da 20 dollari, invece, viene festeggiata da tutti coloro che la leggono come un forte segnale di rinnovamento, tolleranza e integrazione - tra cui Hillary Clinton e Bernie Sanders - e, in modo particolare, dall'associazione femminista Women on 20s.

Quest'ultima è stata promotrice di una campagna per convincere il Presidente Obama a dedicare i biglietti da 20 dollari alle donne in vista del 2020, quando ricorrerà il centesimo anniversario dell'approvazione del 19° Emendamento, che garantisce il diritto di voto femminile.

Dopo avere individuato sedici candidate, l'organizzazione le ha sottoposte al giudizio popolare e Harriet Tubman è stata quella che ha raccolto più preferenze, battendo rivali di spessore come l'ex first lady Eleonor Roosvelt e Rosa Parks.

A conquistare l'opinione pubblica sono stati il suo coraggio, la determinazione e la vita avventurosa.

Il "Mosè della gente nera", infatti, ha lottato attivamente per l'abolizione della schiavitù, rischiando in prima persona per liberare decine di uomini, donne e bambini, ha prestato servizio come cuoca e infermiera nell'esercito dell'Unione durante la Guerra di Secessione, è stata una spia e anche un'attivista del movimento per il suffragio femminile.

Harriet Tubman nella campagna Women on 20sHDWomen on 20s
Harriet Tubman è la vincitrice della campagna Women on 20s per dedicare le banconote da 20 dollari alle donne

Tutto è bene quel che finisce bene? Più o meno.

In realtà, inizialmente il Segretario al Tesoro degli Stati Uniti voleva modificare le banconote da 10 dollari, sostituendo il volto di Alexander Hamilton, uno dei "padri fondatori", con quello di una donna che ha contribuito in modo importante alla storia del paese.

Tuttavia, quando un anno fa ha annunciato la sua intenzione, ha scatenato una vera e propria rivolta di popolo. I cittadini si sono dimostrati fortemente contrari a rimuovere l'effige del creatore del sistema finanziario USA, sia per l'indiscutibile importanza di Hamilton che... per la sua popolarità!

Il politico ed economista statunitense, infatti, è il protagonista di un musical - Hamilton, per l'appunto - che sta riscuotendo un enorme successo e che lo ha trasformato in una vera e propria icona pop. 

L'ipotesi di rimuoverlo, dunque, è stata accantonata. Almeno in parte.

Anche per i biglietti da 10 dollari, infatti, Lew ha annunciato una "coabitazione". Sul fronte della banconota resterà Hamilton, mentre sul retro sarà posta l'immagine di cinque suffragette.

Analoga operazione, infine, interesserà i biglietti da 5 dollari, con Abraham Lincoln "inamovibile" sul davanti e dietro una serie di volti di donne e uomini legati alle battaglie per i diritti civili.

Per quanto riguarda le tempistiche, secondo la rivista Politico, il Dipartimento del Tesoro è ottimista circa la possibilità di immettere in circolazione le banconote entro il 2020, mentre Vox parla del 2030.

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.