FOX  

22.11.63: Commento all'episodio 3 - Professor Jake Amberson

di -

Archiviato il caso di Frank Dunning, Jake è tornato a Dallas per fermare il cecchino Lee Harvey Oswald e salvare la vita del Presidente John Fitzgerald Kennedy.

James Franco e George MacKay sul set di 22.11.63

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Lasciata alle spalle la tensione degli istanti finali dello scorso episodio, per Jake Epping/Amberson è il momento di guardare avanti (anzi, indietro) e tuffarsi a capofitto nella sua missione "principale".

Ora il tempo della storia sembra assestarsi, dopo i primi due frenetici episodi, e il protagonista finalmente si stabilizza, trova un lavoro e un fedele alleato e può quindi ritornare prepotentemente a prepararsi per la caccia alla preda più ambita.

A questo punto Jake diventa a tutti gli effetti l'eroe protagonista della storia, un Batman anni '60 che ha un solo compito in testa: scoprire se Lee Harvey Oswald è il vero assassino di John Fitzgerald Kennedy e di conseguenza fermarlo prima che compia l'insano gesto.

Come ogni eroe che si rispetti ha bisogno di un braccio destro, Bill, disposto a tutto pur di rendersi utile e di una femme fatale, Sadie, che lo conquisti e gli faccia perdere la testa.

Bill è il classico ragazzo un po' stralunato, affascinato dal mondo e determinato ad aiutare quest'uomo nonostante egli nasconda un passato (ehm... futuro) così misterioso. Il barista del Kentucky si ritaglierà un ruolo importante diventando a tutti gli effetti un "Robin" in jeans e maglietta, fondamentale appoggio dal punto di vista umano per il nostro impulsivo protagonista.

Sadie invece rappresenta un vero angolo di Paradiso per Jake, un luogo incantato che lui desidera esplorare, lasciandosi tutto alle spalle, a volte rischiando addirittura di perdere di vista la reale motivazione per il quale ha viaggiato indietro nel tempo. Confermando la tesi di Al Templeton per cui "il passato non vuole essere cambiato" la bionda bibliotecaria potrebbe essere il fascinoso ostacolo posto lungo il periglioso viaggio di Jake.

Ora però silenzio in sala, è il momento dell'entrata in scena di Lee Harvey Oswald, un ragazzo all'apparenza normale, tenero con la fidanzata Marina e affezionato alla madre. Che sia davvero lui la nemesi del nostro supereroe Jake? È lui il cecchino che pone fine alla vita di JFK come è stato raccontato oppure si cela qualcun altro dietro a questo spietato assassinio?

Tra salti temporali, lotte per le discriminazioni razziali e balli scolastici a ritmo di swing siamo trasportati verso il comizio del conservatore Walker, altra potenziale vittima. Oswald uscirà definitivamente dal suo guscio mettendo in mostra la sua cattiveria e sfrontatezza, rimaste sopite dentro di lui finora.

Qual è quindi la vera natura del presunto assassino di JFK? Efferato killer o gentile fidanzato e cocco di mamma? 

Scopritelo nei prossimi episodi di 22.11.63, ogni lunedì alle 21.00 in prima visione assoluta su FOX.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.