FOX  

The Walking Dead: Cudlitz manda in delirio i fan al Napoli Comicon

di -

Michael Cudlitz, attore protagonista di The Walking Dead nei panni di Abraham, è stato accolto da una folla immensa al Napoli Comicon. Ecco cosa è successo.

Michael Cudlitz durante il panel al Napoli Comicon

1k condivisioni 109 commenti

Condividi

È un Michael Cudlitz quasi incredulo quello entrato nell’Auditorium CartooNa al Napoli Comicon per il panel dedicato a The Walking Dead.

Sarà stata l'immensa folla ad attenderlo a colpirlo? L'emozione dell'incontro con i fan italiani? Chi può dirlo. Fatto sta che l'attore americano, che nella serie veste i panni di Abraham Ford, il soldato che non lascia trapelare alcuna emozione, è stato colpito da un'ondata di calore enorme emanata dalla sala gremita. E le sue prime parole ricambiano questo sentimento: "Ti amo Napoli!".

Uno dei temi centrali dell'incontro non poteva che riguardare l'incredibile finale della sesta stagione di The Walking Dead. "Chi ha ucciso Negan?" chiede a gran voce la platea e Cudlitz mette in luce le sue abili doti "calcistiche", mostrando enorme bravura nel dribblare la domanda:

Non volete davvero saperlo. Aspettate e vedrete

Ma come è possibile che nessuno del cast sappia realmente chi è stato ucciso?

La scena della conta non è lineare, c’erano una trentina di telecamere che riprendevano ogni singolo personaggio che a modo suo era scioccato e ferito. La scena dell’uccisione in sé ovviamente non è stata filmata, e siccome è stato il regista a definire il montaggio del girato. Nessuno degli attori sa chi sia la vittima.

All'attore è stato poi chiesto quanto sia difficile far parte di una serie tv dove ci sono così tante scene scioccanti e piene di emozioni:

È la parte più divertente e difficile di questo lavoro: ogni giorno in The Walking Dead ci sono delle conseguenze e il nostro compito è quello di rendere e di mantenere la situazione sempre più realistica possibile.

Cudlitz, tra una domanda e l'altra, ha poi cercato di spiegare a suo modo il senso di The Walking Dead e il perché sia una serie che, nonostante si basi su una storia irreale, racconti molto di noi e del mondo:

Penso che The Walking Dead sia una sorta di esperimento sociale, penso che racconti una storia di speranza: Quando perdi tutto devi pensare a cosa è più importante per te, a come ti rialzeresti, a quali sono le cose per le quali moriresti e quelle per le quali ammazzeresti. Le risposte a queste domande dicono molto sulla persona che sei. E soprattutto questa serie dimostra che non sempre la famiglia è un legame di sangue, ma la condivisione della speranza

Ad un certo punto un fan ha chiesto all'attore: "Quale personaggio ti manca di più?", e Cudlitz ha dato una risposta totalmente inattesa: 

Shane. Lo odiavamo tutti, ma amavamo odiarlo. 

L'ultima domanda da parte del pubblico rappresenta uno dei momento più intensi dell'intero panel. Il microfono infatti passa ad un ragazzo con una richiesta particolare.

Il fan, infatti, ha chiesto all'attore se potesse autografare l'action figure della sua ragazza: “Ne ha passate tante nella vita. Ha avuto un periodo difficile. Ora è qui accanto a me e vorrebbe una firma su questa action figure della serie”.

Cudlitz, da vero eroe, ha sorpreso tutti correndo in platea e andando ad abbracciare la ragazza, visibilmente commossa. "Come ti chiami?" - "Michela" - "Michela, se avessi una figlia la chiamerei proprio come te". E in sala scatta l'applauso.

Il panel termina con il "selfie" di rito insieme al pubblico.

Insomma, un incontro incredibile ricco di emozioni e di momenti indimenticabili.

Inutile girarci attorno: Michael Cudlitz non è solo un grande attore. È anche, e soprattutto, un grande uomo. E non vediamo l'ora di rivederlo il prossimo autunno nei nuovi episodi di The Walking Dead. E voi?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.