FOX

Hugo Awards, i fan scelgono i migliori romanzi sci-fi del 2015

di -

Sono stati annunciati ieri sera i cinque romanzi finalisti degli Hugo Awards, uno tra i premi letterari più prestigiosi in campo fantastico e fantascientifico.

Il logo degli Hugo Awards

12 condivisioni 5 commenti

Condividi

È stata annunciata ieri la cinquina di romanzi finalisti ai prestigiosi premi Hugo Awards, uno dei più importanti e famosi per quanto riguarda la letteratura di genere fantastico e fantascientifico. Rispetto ai concorrenti Locus Awars, Nebula Awards e World Fantasy Awards, qui a decretare i finalisti e i vincitori sono proprio i voti dei lettori, quindi è un ottimo metro di giudizio per conoscere i romanzi sci-fi e fantasy che hanno saputo conquistare il pubblico nell'ultima annata.

Gli Hugo Awards si occupano di premiare le eccellenze del comparto SFF (science fiction & fantasy) a 360 gradi e infatti sono moltissime le categorie di cui sono stati annunciati ieri i finalisti: si spazia dal cinema al fumetto, dalle illustrazioni alle forme di narrativa breve, dedicando uno spazio importante anche al fandom. Non mancano infatti premi dedicati a fanzine, siti specializzati e podcast dedicati. Sul sito ufficiale trovate la lista completa dei nominati. La categoria più ambita e chiacchierata rimane però quella del miglior romanzo. Oggi vi presentiamo i cinque finalisti, giudicati dal pubblico i migliori romanzi di genere del 2015. 

Ancillary Mercy di Ann Leckie

Difficile immaginare una cinquina senza la 47enne casalinga del Missouri trasformatasi in un autentico caso editoriale con la sua prima trilogia ambientata nello spazio, eppure solo due anni fa era ancora praticamente sconosciuta. 

La trilogia space opera Imperial Radch ha fatto la sua dirompente apparizione nel 2013, catapultando l'esordiente Ann Leckie verso un'incredibile vittoria con il primo romanzo della saga, Ancillary Justice. Grazie al sostegno di John Scalzi, il suo romanzo d'esordio ha sbaragliato la concorrenza, diventando il libro fantascientifico d'esordio che ha saputo vincere più di ogni altro nella storia. 

Hugo Awards, ecco i 5 romanzi finalistiHDOrbit
La copertina di Ancillary Mercy di Ann Leckie

Con questo terzo, apprezzatissimo volume (candidato anche ai premi Nebula) Ann Leckie ha portato a conclusione la sua affascinante saga, che ruota attorno alla crisi di un impero intergalattico in espansione, che per tipologia, cultura militare, economica e religiosa ricorda molto quello dell'antica Roma. A fare la parte del leone qui però sono le intelligenze artificiali, che governano non solo le astronavi ma anche una parte dell'esercito, i soldati chiamati ancillaries. 

Per il momento Fanucci ha pubblicato in Italia i primi due romanzi della trilogia. Il network statunitense FOX si è già assicurato i diritti di produzione di una serie televisiva ispirata alla saga. 

The Cinder Spires: The Aeronaut’s Windlass di Jim Butches

Se Ann Leckie è una delle scoperte più recenti della letteratura fantascientifica, Jim Butcher è uno dei nomi più consolidati, grazie al traino di un fandom numerosissimo e molto fedele nel tempo. Dopo saghe da decine di volumi, lo scrittore statunitense ha dato alle stampe il primo volume di un nuovo ciclo di chiara matrice steampunk, intitolato The Aeronaut’s Windlass.

Hugo Awards, tra i finalisti c'è the Cinder SpiresHDRoc
La copertina di The Cinder Spires: The Aeronaut’s Windlass di Jim Butcher

Primo volume della serie The Cinder Spires, il romanzo promette tantissima azione e humour, tra combattimenti cappa e spada, mercenari, incantatori, navi volanti monaci guerrieri e...gatti intelligenti! Non è ancora dato sapere quanti volumi andranno a comporre la serie. 

The Fifth Season di N.K. Jemisin

Secondo romanzo a vantare la doppia nomination Hugo-Nebula (fattore che contraddistingue i titoli più forti, capaci di coniugare il plauso di critica e pubblico), The Fifth Season è stato uno dei titoli più chiacchierati dell'anno, tra i pochi ad ottenere un plauso critico enorme e quasi unanime. Un vero osso duro per i suoi sfidanti e forse il vero front runner della competizione, è anche il romanzo più vicino al genere fantastico. 

The Fifth Season di N.K. JemisinHDOrbit
La copertina di The Fifth Season di N.K. Jemisin

Primo volume della trilogia Broken Earth, il romanzo di N.K. Jemisin è ambientato su un supercontinente che al termine di cicli secolari si ritrova a dover fare i conti con cataclismi apocalittici, prima di un rinnovo del suo ecosistema. I suoi abitanti definiscono questo momento di crisi la quinta stagione.

La protagonista del romanzo Essun scopre che il marito è stato assassinato e il figlio rapito proprio alla vigilia di questo cataclisma naturale, che porterà gli stati del continente a farsi guerra tra di loro, per tentare di accaparrarsi le poche risorse naturali necessari a sopravvivere durante la quinta stagione. Niente però potrà fermare Essun dal ritrovare il figlio e cercare gli assassini del marito. 

Seveneves: A Novel di Neal Stephenson

Il quarto posto in cinquina è occupato da un altro grandissimo romanzo (e non solo per qualità, dato che supera le 800 pagine!), opera di uno scrittore dalla lunga e gloriosa carriera. Il già 5 volte vincitore del premio Locus Neal Stephenson ha fatto ritorno sulla scena fantascientifica in grande stile con la sua enorme epopea post-lunare, Seveneves.

Tra i finalisti del premio Hugo figura anche Seveneves di Neal StephensonHDWilliam Morrow
La copertina di Seveneves di Neal Stephenson

La Luna esplode improvvisamente, gettando l'umanità sull'orlo dell'estinzione: la scomparsa delle maree porta a sconvolgimenti climatici, carestie, morte. Gli esseri umani decidono quindi di riunire i migliori tra di loro e lanciarli nello spazio su una stazione orbitante, affinché sopravvivano mentre il resto dell'umanità rimane a morire sulla Terra.

La missione però, nata come un'autentica lotta contro il tempo, non può essere pianificata e le generazioni successive vivono uno stato di continua emergenza senza precedenti, tentando di fare fronte a ogni dimenticanza o carenza a cui non avevano pensato gli ultimi umani a lasciare la terra. Ogni conflitto tra i gruppi di potere e ogni imprevisto non pianificato potrebbero segnare la fine della razza umana. 

Uprooted di Naomi Novik

La vera sorpresa di quest'anno a livello di premi è stata la scrittrice Naomi Novik, capace anche lei di centrare per la prima volta la doppietta Hugo-Nebula con il suo Uprooted, un romanzo accattivante che si rifà alla tradizione delle fiabe, con un twist letterario, comico e nerissimo. 

Hugo Awards, tra i 5 romanzi finalisti c'è anche Uprooted di Naomi NovikHDDel Rey
Due splendide copertine di Uprooted di Naomi Novik

La protagonista di questa rielaborazione oscura del genere della fiaba è Agnieszka, una ragazza che abita in un villaggio d'ispirazione polacca, sul limitare di un bosco. In esso vive il misterioso Dragone, un potente stregone che ogni dieci anni si presenta al villaggio rinnovando la sua protezione magica sulla vallata e chiedendo in cambio di avere una ragazza da portare con sé.

La scelta dell'incantatore si rivolge sempre a fanciulle di grande bellezza, perciò tutti si aspettano che porterà con sé la bellissima amica di Agnieszka, invece a sorpresa proprio lei sarà costretta ad abbandonare la vita del villaggio e ad immergersi nel mistero del bosco. 

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.