FoxLife

Mistero sulla morte di Prince, parla lo chef dell'artista

di -

Ray Roberts, chef personale di Prince, ha svelato alcuni particolari circa dei repentini cambiamenti nelle abitudini alimentari dell'artista prima della morte.

Primo piano di Prince

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Mentre continuano senza sosta le indagini sulle cause del decesso di Prince - tra le ultime ipotesi quella di overdose - lo chef personale dell'artista, Ray Roberts, rivela alcuni inquietanti dettagli inerenti alle sue abitudini alimentari, di recente molto cambiate.

Primo piano di PrinceHDGetty

Il cuoco, al servizio della star di Minneapolis dal 2013, ha notato degli stravolgimenti piuttosto significativi nella dieta di Prince, che era molto dimagrito negli ultimi mesi.

Secondo quanto riferito da Roberts a Billboard, il cantante soffriva spesso di dolori allo stomaco e alla gola. Per questo chiedeva di frequente di consumare pasti molto leggeri e facilmente digeribili, preferendo in particolare frullati, zuppe ed insalate.

Lo chef non è mai stato al corrente dell'assunzione di farmaci da parte di Prince - che aveva cominciato anche a bere molta meno acqua del consueto - ma crede stesse combattendo con un grave problema di salute.

Negli ultimi due mesi non mi sembrava più lui. Non era la persona per cui ho lavorato tutti i giorni per tre anni. Io credo che lui fosse semplicemente molto malato.

L'ultimo pasto cucinato da Ray Roberts per Prince, una bisque di pepe rosso con cavolo e insalata di verdure primavera, non è mai stato consumato. Lo chef ha trovato il piatto intatto nel frigo subito dopo le esequie.

La morte di Prince continua a generare sospetti e dubbi. Il cantante di Purple Rain era davvero malato e, soprattutto, poteva essere salvato?

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.