FoxLife

Fischi in sala a Cannes per "Personal Shopper" con Kristen Stewart

di -

Il film di Olivier Assayas non è stato ben accolto dalla critica cinematografica. Ma l'attrice non ha timore di mettersi a nudo e di rischiare.

Kristen Stewart personal shopper

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Un intricato thriller psicologico quello di Olivier Assayas, che torna a dirigere Kristen Stewart mostrandoci l’attrice in una veste insolita. Scordatevi infatti i lunghi capelli, il viso acqua e sapone e gli sbrilluccichi da vampiro, quando la Stewart vestiva i panni di Bella Swan nella saga di Twilight.

Si presenta per la conferenza stampa con un abito molto simile a quelli indossati durante le riprese del film, ma un look che le se addice, con la sua continua costanza nel cambiare colore di capelli, dal castano al rosso, fino al biondo paglia, che starebbe male a chiunque ma non a lei.

Kristen Stewart con un fan a CannesHDEva Carducci
Kristen Stewart con un fan a Cannes

In Personal Shopper è l’assistente personale di una diva, e si occupa di selezionare vestiti e gioielli per lei. E fin qui tutto bene, è anche una medium però, in grado di comunicare con l’aldilà e in attesa che il fratello gemello, morto per una malformazione congenita, torni a comunicare con lei.

Ed è qui che le cose si complicano, perché le trame del thriller e dell’horror si intrecciano e le emozioni più forti si scatenano quando la Stewart ha un dialogo ininterrotto con un cellulare, per più di mezz’ora.

Kristen Stewart mentre firma autografi prima della conferenza stampa al Festival di CannesHDEva Carducci
Kristen Stewart mentre firma autografi prima della conferenza stampa al Festival di Cannes

Non serve a salvare la situazione il nudo dell’attrice, perché il film viene fischiato durante la proiezione. Erano anni che un film non veniva fischiato in questo modo a Cannes. Ma l’attrice si giustifica, perché quando crede veramente in un progetto farebbe di tutto, ha dichiarato in conferenza stampa:

Farei di tutto. Voglio essere la miglior versione di me stessa, mettendo a nudo il mio spirito, non solo il mio corpo. E l’unico vero modo per mettersi a nudo è rivelare sé stessi

Il film non ha ancora una distribuzione italiana, e le possibilità che arrivi sui nostri schermi si riducono considerevolmente dopo il flop al Festival di Cannes.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.