Game of Thrones: i 3 momenti shock svelati da Martin ai produttori

di -

Lo scrittore George R.R. Martin ha svelato agli showrunner di Game Of Thrones tre momenti decisivi per lo sviluppo della storia e per il finale della stagione 6.

Game Of Thrones, la serie TV

35 condivisioni 8 commenti

Condividi

Nel 2014, George R.R. Martin ha tenuto una riunione a Santa Fe con gli showrunner di Game Of Thrones, David Benioff e Dan Weiss.

I due hanno ascoltato con le loro orecchie le rivelazioni di Martin: lo scrittore, che figura tra i produttori esecutivi della serie, ha svelato loro in quella occasione come intendeva chiudere la saga.

Entertainment Weekly riporta i tre momenti shock cui ha fatto riferimento Martin, due già noti e uno ancora avvolto nel mistero. Se non avete ancora visto le serie passate o siete indietro con la sesta stagione, vi consigliamo di non continuare la lettura. Potreste imbattervi in qualche SPOILER.

David Benioff e lo scrittore George R. R. MartinHDGetty
David Benioff e George R. R. Martin

Il primo snodo narrativo riguarda il sacrificio offerto da Stannis Baratheon a R'hllor, vale a dire l’uccisione della figlia Shireen per ingraziarsi il Dio della Luce nella speranza di vincere la guerra contro i Bolton. L’episodio lo avete già visto, si tratta della conclusione della stagione 5 di Game Of Thrones, e non ha portato molto bene a Stannis.

Il secondo momento shock riguarda, invece, le rivelazioni su Hodor e il vero significato che si nasconde dietro il suo nome. Sembra che Martin abbia stabilito tutti questi dettagli sin dal primo ingresso del personaggio nella saga.

La puntata che si chiude con la morte di Hodor, la quinta dell'attuale stagione 6, ha colpito al cuore i fan: il gigante dal vocabolario ridotto a una sola parola, infatti, si immola per salvare Bran dalla furia dei White Walkers. Tutto questo trattenendo i mostri dietro a una porta, incitato da Meera con l'espressione inglese "Hold the Door".

Nelle due linee temporali presenti in quel momento - la realtà e il flashback in cui si trova Bran - l'Hodor giovane e l'Hodor adulto si sovrappongo e, probabilmente, questo gli causa i danni alla parola che ben conosciamo: Hodor, infatti, è una storpiatura delle urla di Meera, "Hold the Door", ripetute in preda al caos spazio-tempo dall'Hodor giovane.

Hodor Game of ThronesHBO
Hodor

Infine, il terzo e ultimo momento ha a che vedere con il finale della stagione 6 basata sul sesto libro della saga, The Winds Of Winter, che Martin sta ancora scrivendo. Al momento non è stata neppure ufficializzata la data di uscita del romanzo.

Poco prima che iniziasse la sesta stagione, i due sceneggiatori hanno chiarito che la serie non avrebbe anticipato gli avvenimenti contenuti nel sesto libro di Martin. Pur ammettendo l’esistenza di punti di contatto tra i due racconti epici, hanno sottolineato che gli avvenimenti della serie sono differenti da quelli raccontati nel libro.
O almeno questo è ciò che sperano i lettori.

Benioff ha spiegato che alcuni elementi chiave sono identici, ma sono comunque pochi in confronto agli elementi che differiscono. Secondo lo sceneggiatore, i fan che leggeranno il libro dopo aver guardato la serie resteranno molto sorpresi.

I due showrunner hanno comunque trovato il tempo per scherzare sulla vicenda di Hodor, che ha colpito tantissimo l'opinione del pubblico. Ecco il video, dal Jimmy Kimmel Live:

E voi vi siete già fatti un’idea sull’eventuale terzo momento shock? Sarà forse l'ipotizzata gravidanza di Sansa?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.