FOX

Cinque motivi per cui vale la pena andare a vedere Warcraft al cinema

di -

Abbiamo visto in anteprima il film di Duncan Jones, che porta sul grande schermo le ambientazioni fantasy di uno dei videogiochi più celebri di sempre, Warcraft. Ecco cinque motivi per cui non potete perderlo.

Cinque motivi per cui vale la pena andare a vedere Warcraft al cinema

709 condivisioni 114 commenti

Condividi

Un cammino difficile e impervio quello che ha dovuto superare la produzione di Warcraft - L'inizio per vedere il film sul grande schermo. Ci sono voluti infatti più di tre anni e mezzo per realizzarlo, con cambi in regia e di budget. Quando il progetto è arrivato nelle mani di Duncan Jones, regista fra gli altri degli apprezzati Moon e Source Code, che ha curato inoltre la sceneggiatura, le stelle si sono allineate e la trasposizione di uno dei videogiochi più celebri ha avuto inizio.

Un'opera dal respiro fantasy medievale ambientata a Azeroth, un regno pacifico dove gli uomini sono costretti ad affrontare l'orda di Orchi provenienti da Draenor, una terra ormai consumata da cui devono scappare. Un portale che si nutre della vita dei malcapitati prigionieri degli orchi collega i due mondi e vede come protagonisti principali Anduin Lothar (Travis Fimmel) e il capo-clan orco Durotan (Toby Kebbell).

Abbiamo visto il film in anteprima e vi diamo cinque buoni motivi per cui non potete perderlo al cinema:

1)  Narrazione fluida e scorrevole: non è facile riportare sul grande schermo, e in poco più di due ore, un universo complesso e una storia altrettanto articolata. Duncan Jones ci riesce non risultando pedante, soprattutto quando vengono introdotte tutte le razze di Azeroth, e la gerarchia sociale fra ognuna di esse.

HDWarcraft - L'inizio

2) 3D funzionale: Minuziosa e precisa in ogni particolare è la ricostruzione delle città dove è ambientata la storia. Inoltre il 3D aiuta lo spettatore ad immergersi completamente nella narrazione, rendendo l'esperienza cinematografica un proseguimento di quella videoludica. Non mancano infatti inquadrature che rendono lo spettatore il protagonista della scena.

HDWarcraft - L'inizio

3) Fan service, ma non troppo: Non bisogna essere giocatori accaniti dei videogame per apprezzare il film, l'importante è non essere repellenti al fantasy. I fan dei videogiochi potranno invece rivivere i momenti di gloria e ricordare le ore passate insonni davanti al pc.

4) Gioca a indovina chi con i protagonisti: da Travis Fimmel a Toby Kebbell passando per Paula Patton fino a Domenic Cooper, passerete molto tempo chiedendovi dove avete visto quei volti familiari, trattandosi di attori che lavorano da anni nel mondo dell'entertainment ma non rientrano a pieno titolo fra le 10 star più famose di Hollywood. Un indizio, Travis Fimmel prima di indossare i panni del guerriero è diventato celebre per aver posato in slip per una nota casa di moda statunitense. 

HDWarcraft - L'inizio

5) Nuova saga all'orizzonte: il finale, senza fare spoiler sulla trama, rimane aperto a nuovi sviluppi. Inoltre già dal titolo dell'opera Warcraft - L'inizio è intuibile che questo sia solo il primo capitolo di una lunga saga. Sempre che gli incassi al botteghino siano favorevoli al popolo di Azeroth!

Warcraft - L'inizio

Il film arriverà in sala domani, 1 giugno, distribuito dalla Universal Pictures. 

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.