FoxLife

Chumlee di Affari di Famiglia si dichiara colpevole e si accorda

di -

Chumlee di Affari di Famiglia è riuscito ad evitare la prigione, ammettendo il possesso illegale di droga e armi. Il giudice gli ha concesso la libertà vigilata.

Chumlee di Affari di Famiglia in tribunale

181 condivisioni 21 commenti 3 stelle

Share

Chumlee di Affari di Famiglia ha ottenuto la libertà vigilata fino al 2019.

Chumlee si è dichiarato colpevole e dovrà sottoporsi alle regole della libertà vigilata per ottenere la decadenza delle accuse. Ovviamente, l'arresto rimarrà sulla sua fedina penale. Se tutto andrà bene, però, rimarrà traccia soltanto di un reato minore.

La vicenda giudiziaria iniziata il 9 marzo 2016, sembra dunque essersi conclusa per il meglio. Certo, il giudice Jessie Walsh ha chiarito che se Chumlee dovesse mettersi di nuovo nei guai andrà in carcere. La violazione delle regole della liberà vigilata potrebbe costargli da 2 a 5 anni di prigione.

Non solo come riporta il Daily Mail, il giudice gli ha ordinato di partecipare a delle sedute con un consulente. Non si sa al momento che tipo di terapia dovrà seguire.

Durante il patteggiamento è stato nominato l'assistente sociale John Pacult. Dal suo sito internet, risulta una specializzazione in crimini sessuali e abusi su minori. Si potrebbe dunque ipotizzare che, nonostante il reato di molestie non sia stato portato in aula, saranno previste una serie di sedute su questa tematica.

Per il momento Chumlee e i suoi avvocati, David Chesnoff e Richard Schonfeld, non hanno rilasciato commenti. Se siete dei suoi fan, starete sicuramente tirando un sospiro di sollievo nella speranza che, da ora in poi, si tenga lontano dai guai!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.