Gli account social di Mark Zuckerberg sono stati hackerati

Regola numero 1: mai riciclare le proprie password, altrimenti i vostri account social potrebbero essere hackerati. È quel che è successo a Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook.

Mark Zuckerberg

35 condivisioni 4 commenti 0 stelle

Share

"dadada": ecco la parola magica per accedere agli account social di Mark Zuckerberg.

Il 5 giugno, i profili Twitter e Pinterest del fondatore di Facebook sono stati hackerati dal gruppo OurMine Team. Grazie a una password nient'affatto sicura (un banale "dadada", per l'appunto), entrare negli account è stato fin troppo facile.

Come riportato da Venture Beat, la credenziale era probabilmente la stessa che Zuckerberg usava per accedere al suo profilo LinkedIn. La password era stata trafugata poco tempo fa, insieme ad altre 160 milioni, quando la piattaforma era caduta vittima di un attacco hacker.

Fortunatamente per lui, Zuck aveva saggiamente deciso di non usare la stessa, debole password anche per il suo profilo Facebook, che per ora rimane inviolato. 

Twitter e Pinterest hanno reagito con rapidità, e ora non rimane traccia del loro intervento sugli account di Zuckerberg - se si escludono gli screencap creati da chi ha assistito in diretta all'evento:

Gli hacker non sembravano avere intenti maligni, se non quello di dimostrare che chiunque può commettere degli errori nel gestire la propria sicurezza online. Come riciclare una password e associarla ad account diversi, per l'appunto.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.