FOX

Nicolas Winding Refn e Elle Fanning a Roma per The Neon Demon: Vi svelo un segreto, tutti rubano e quelli che non lo fanno…mentono!

di -

Abbiamo incontrato il visionario regista e la protagonista di The Neon Demon, giunti a Roma per presentare il film che arriverà in sala l'8 giugno.

Nicolas Winding Refn e Elle Fanning a Roma per The Neon Demon: Vi svelo un segreto, tutti rubano e q

17 condivisioni 1 commento 0 stelle

Share

Drive, Solo Dio Perdona, Bronson e Valhalla Rising, sono solo alcuni dei titoli del visionario regista danese, Nicolas Winding Refn, che con il suo stile asciutto e futuristico proietta lo spettatore in un viaggio sensoriale, più che una semplice fruizione filmica, come lui stesso tende a sottolineare in conferenza stampa a Roma: 
Io non faccio film, creo esperienze.
Un’esperienza che coniuga il linguaggio dei videoclip con quella di un servizio di alta moda per le riviste patinate. Un mix eterogeneo di cui Elle Fanning è protagonista. Non più l’innocente bambina in Maleficent Elle Fanning è una teenager che racchiude in sé un demone, quello del neon, che è poi il protagonista di un film giocato tutto sul rapporto con la bellezza e il marciume di un mondo così bello all’esterno e così putrido all’interno. L'universo preso di mira è proprio quello della moda, e in un’ottica più grande di tutto ciò che gravita intorno a Los Angeles, patria del cinema. Un mondo quello dell’entertainment da cui Refn si allontana sempre di più. 
Non ci sarebbe industria cinematografica se non fosse un blockbuster o i film con i supereroi, che a volte sono anche molto belli, non li sto denigrando. Io in un certo senso ho visto il futuro anni fa. Ho sempre fatto film per il futuro e con la rivoluzione digitale ci troviamo davanti a una tela completamente diversa, dove le regole del primo cinema non si applicano più, perchè non è più un’oligarchia a controllare questo mondo in piena creatività capitalistica. La storia e la struttura sono ormai elementi obsoleti, per questo li ho abbandonati e mi sono affidato ad Elle per proiettare maggiormente questo film nel futuro.
Elle Fanning alla presentazione romana di "The Neon Demon"HDEva Carducci
Elle Fanning alla presentazione romana di "The Neon Demon"
Elle Fanning, che di anni ne aveva sedici quando ha iniziato a lavorare al film, e che ne ha appena compiuti diciotto, ha anche lei una visione molto articolata di The Neon Demon:
Nic mi ha chiesto spesso se i termini o i modi trascritti nella sceneggiatura potessero adattarsi al mondo dei teenager, e spesso l’ho aiutato a modificare lo script. E’ stata una grande responsabilità e una possibilità data inoltre dal mondo digitale, che ti rende libero, perchè l’arte non è buona o cattiva, è qualcosa a cui le persone reagiscono, ed è sempre più un modo interessante di esprimersi.

Quando gli viene fatto notare che i suoi film ricordano nell’estetica quelli di Mario Bava il regista più in controtendenza di Hollywood risponde senza peli sulla lingua:

Non ho mai compreso questa ossessione compulsiva per ricercare elementi di un film in un altro. Vi svelo un segreto, tutti rubano e quelli che non lo fanno…mentono!

Nicolas Winding Refn alla presentazione romana di "The Neon Demon"HDEva Carducci
Nicolas Winding Refn alla presentazione romana di "The Neon Demon"

In The Neon Demon c’è un impatto con la violenza minore rispetto le sue opere precedenti, frutto di una maturazione artistica del regista:

Tutti i film che ho fatto finora portavano a questo. C’è un filo sottile che conduce tutto a The Neon Demon. Che poi è un po’ la risposta a come sarebbe stato se fossi nata come una bella ragazza, visto che sono nato come ragazzo non tanto bello.

Riguardo al mondo della televisione invece ha le idee molto chiare:

Credo che questo film sia la mia versione di Barbarella. Per quanto riguarda la televisione, sono più concentrato sul futuro che sul passato, e credo che oggi sia un obbligo avere progetti televisivi nei programmi di un regista, ormai lo fanno tutti. Ci vuole più tempo per realizzarne uno, considerando che devi lavorare su 12 ore di intrattenimento contro 90 minuti di un film. Credo che stia diventando molto interessante il panorama televisivo. Al momento con i Lucisano abbiamo in programma Les Italianes e poi altre serie e progetti in sviluppo negli Stati Uniti. 

Il film arriverà nelle sale italiane il prossimo 8 giugno.   

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.