FOX  

The Walking Dead: la top 10 dei migliori cattivi

di -

In The Walking Dead i cattivi sono tanti. Molti più di quelli che tendiamo a ricordare così, su due piedi. Ma in sei stagioni ne abbiamo incontrati ovunque...

350 condivisioni 32 commenti 5 stelle

Share

L’associazione è quasi immediata: pensando a “cattivi” e The Walking Dead, vengono in mente subito Negan e il Governatore.

I due più temibili nemici di Rick e degli altri sopravvissuti hanno lasciato il segno: sono personaggi che non si dimenticano.

Eppure, a popolare le sei stagioni di The Walking Dead trasmesse finora ci sono stati tanti altri cattivi.

Per esempio - cito alcuni di quelli che hanno ceduto ad altri il loro posto in questa “classifica” -  Nicholas (che appartiene al gruppo dei cattivi più insidiosi: i vigliacchi), Dawn (che si è fatta prendere la mano da una situazione impossibile da gestire da sola), Ed (il marito di Carol), Pete (il marito di Jessie), Tomas (del gruppo di Negan), Andrew (il detenuto), Merle Dixon (riabilitato in punto di morte), Lizzie (la ragazzina che ammazza la sorellina) e molti, moltissimi altri.

Come vedete sono tanti, davvero tanti, i cattivi. O meglio: i nemici.

Personaggi che hanno agito nel loro interesse, in modo moralmente discutibile, ma sullo sfondo di un mondo in cui la morale è diventata relativa e si aggiorna di giorno in giorno, spostando i suoi confini sempre più in là.

Ecco quindi un piccolo memorandum su alcune delle figure negative più rilevanti nella serie tratta dal fumetto di Robert Kirkman.

 

10. Il lupo

Catturato e risparmiato da Morgan, contro il parere di Carol, il membro del “Wolves” finirà per rapire Denise e metterla in grave pericolo.

Ciononostante avrà modo di riabilitarsi in punto di morte, sacrificandosi per permettere a Denise di fuggire e salvarsi. L'arrivo dei Lupi viene annunciato nella scena "bonus" alla fine della stagione 5.

Il nostro Lupo Alfa, come scopriremo, ha una concezione piuttosto distorta del mondo e del concetto di bene e male… Ma, visto il mondo in cui vive, possiamo forse dargli torto?

 

9. Martin 

Viene da Terminus, e già questo non depone a suo favore. Martin è l’uomo che Carol lascia nella baracca insieme a Tyreese, mentre lei va a salvare gli altri.

Tyreese non vuole ucciderlo, ma quando Martin minaccia la piccola Judith e lo costringe a uscire in mezzo agli zombie, è costretto ad affrontarlo…

In questo making of dell'episodio "Prede e cacciatori", il primo della stagione 5, riviviamo il contesto che lo mette a confronto con Tyreese.

 

8. Dave e Tony

Protagonisti del memorabile episodio “Nebraska”, sono i due uomini che Hershel e Rick incontrano nel bar.

Quelli che il leader sa bene di dover eliminare al più presto, prima che il loro gruppo li minacci o addirittura li costringa a condurli alla fattoria.

E quando Dave fa segno a Tony che è arrivato il momento di tirare fuori le armi, ricordiamo perfettamente chi è stato a estrarre per primo la pistola…

Come sottolinea questo splendido video dedicato proprio a "Nebraska".

 

7. Paula

Paula è la prima fedelissima di Negan che impariamo a conoscere, meglio di chiunque altro fra i suoi. Almeno finora.

Prende Maggie e Carol in ostaggio, catturandole mentre Rick e gli altri stanno massacrando i suoi amici, convinti che questo basti a fermare Negan.

Compare negli episodi 12 e 13 della stagione 6. Anche a Paula tocca una brutta, bruttissima fine. 

E soprattutto le tocca farci riflettere su come il concetto di “cattivo” sia semplicemente relativo al lato dello schieramento su cui ti trovi…

 

6. Gorman

In un mondo in cui l’autorità non esiste più e le regole sono state rovesciate, una divisa non ti rende sinonimo di sicurezza. Anzi.

Gorman è l’agente più corrotto e temibile fra quelli guidati da Dawn.

La quale pensa bene di chiudere un occhio, o meglio tutti e due, di fronte alle violenze perpetrate da Gorman ai danni delle donne in ospedale.

 

5. Joe

Senza dubbio è uno dei cattivi peggiori: amorale, crudele, sadico.

E protagonista di una delle sequenze più impressionanti dell’intera serie: quella in cui, per salvare Daryl, Carl e Michonne dagli uomini di Joe, Rick ribalta il ruolo uomo-zombie…

Accade nel finale della quarta stagione. Ma noi, Joe, lo conosciamo nell'episodio del video qui sotto: quello in cui Rick deve nascondersi da lui e dai suoi uomini, che occupano la sua stessa casa.

 

4. Gareth

Rappresenta l’immagine di tutto ciò che non va a Terminus, e di come la speranza di un rifugio si trasformi in una trappola mortale. Una mostruosa trappola mortale, per la precisione.

Il "clou" che lo riguarda fa parte del terzo episodio della stagione 5.

Secondo Gareth, o sei il macellaio o sei il bestiame. Ma alla fine, al macello ci finisce lui: ha fatto incazzare le persone sbagliate…

 

3. Shane

Ex collega e migliore amico di Rick fin dai tempi del liceo, ci viene descritto in maniera negativa fin dall’inizio della serie, quando lo vediamo insieme a Lori.

Forse credeva davvero che Rick fosse morto. Forse voleva soltanto crederlo.

Fatto sta che, episodio dopo episodio, la gelosia nei confronti di Rick - per la sua donna, il suo ruolo di leader, l’ammirazione degli altri - lo rende folle.

E lo porta dritto al baratro da cui non uscirà mai più. Quello del finale della seconda stagione, a cui appartiene questo video.

 

2. Il Governatore

Fino alla comparsa di Negan, resta “il” cattivo per definizione, nella serie. Nemico diretto di Rick, si scontra con lui più d’una volta, e finisce per avere la meglio sulla prigione… Ma non sui nostri sopravvissuti.

Abbandonato perfino dal più fedele dei suoi, Martinez, vaga per mesi in solitudine e poi illude le nuove persone che incontra (ma non noi) di essere cambiato.

Avrà la punizione che merita.

 

1. Negan

Lo abbiamo visto una sola volta, dopo averne sentito parlare per tutta la sesta stagione.

Eppure, quell’unica apparizione è bastata a garantirgli la vetta di questa classifica.

Negan è un uomo d’affari. Il boss del mondo 2.0. Non c’è “niente di personale” nelle terribili azioni che compie, e proprio per questo è l’uomo più pericoloso mai incontrato finora: per lui, torturare e uccidere è questione d’affari. Di credibilità. Di potere.

Cosa c’è di più spaventoso?

 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.