FOX

Nuovo Predator: cosa sappiamo del prossimo film di Shane Black

di -

Il nuovo Predator di Shane Black inizia le riprese a settembre: ecco tutto quello che sappiamo del film che prosegue il franchise iniziato nel 1987.

Cominciano le riprese del nuovo film del franchise Predator

576 condivisioni 57 commenti 5 stelle

Share

Sono passati quasi due anni da quando le prime voci di un nuovo Predator diretto da Shane Black (sceneggiatore di Arma Letale e regista di Iron Man 3) hanno infiammato l’etere, scatenando l’entusiasmo di tutti i fan dell’alieno guerrafondaio per eccellenza.

Ebbene adesso è finalmente ufficiale: le riprese di The Predator, questo è il nome per il momento assegnato al progetto, inizieranno il 26 settembre 2016 e dureranno fino al 20 dicembre di questo stesso anno.

L’uscita della pellicola è prevista negli USA per l’inizio del marzo 2018, anche se potrebbe addirittura essere anticipata di un mese per evitare il conflitto con un altro blockbuster targato FOX. A completare questa ghiotta salva di novità c’è anche il nome della fortunata location che ospiterà le riprese: Shane Black ha scelto Vancouver, in Canada. Ma cosa sappiamo del progetto?

Predator è un franchise i cui natali risalgono al 1987, quando Arnold Schwarzenegger - nei panni dell’inossidabile maggiore Alan ‘Dutch’ Schaefer - incrociò i guantoni con un alieno sanguinario e con la passione per la caccia all’uomo.

Alla pellicola originale fecero seguito altri due film, Predator 2 del 1990 e il più recente Predators (2010) prodotto da Robert Rodriguez e che vedeva Adrien Brody rapito dagli alieni e trasportato insieme a un gruppo di sventurati compagni su un pianeta adibito a vera e propria riserva di caccia dei Predator.

Ma dove si colloca il nuovo progetto di Shane Black?

Adrien Brody cerca di sopravvivere a PredatorFox

Per bocca del regista, The Predator “non sarà un reboot”. Black ha infatti intenzione di ambientarlo tra Predator 2 e Predators ma la storia che vuole raccontare non ha niente a che fare con quanto abbiamo visto in precedenza.

Il timone del regista è infatti saldo e ha una rotta molto precisa: la ferrea volontà di restituire un senso di epica meraviglia a Predator. Al momento, perciò, si tratta di un film carico di aspettative che si svincola dall’alta digeribilità dei due pop-corn movie Alien Vs Predator e Alien Vs Predator 2 e che può diventare una delle pellicole più attese del 2018.

Shane Black spiega così le sue intenzioni, intervistato da Den of Geek:

Voglio restituire a Predator il suo mito e tenterò di renderlo ancora più misterioso, cercando di ispirare lo stesso senso del meraviglioso di ‘Incontri ravvicinati’. È difficile, quasi impossibile, ma voglio provarci. Non servono cinquanta Predator in sella a delle motociclette, quello che voglio fare è creare una storia potente con molto, molto spessore.

Shane Black è il regista del nuovo PredatorHDFox

Per raggiungere i suoi obiettivi Black è pronto a tutto. Per prima cosa ha voluto la massima libertà di ricorrere, laddove necessario e laddove richiesto dalla sua storia, a una buona dose di crudezza.

The Predator infatti avrà il rating R americano: questo vuol dire che i ragazzi sotto i diciassette anni potranno vederlo solo se accompagnati dai genitori.

Ecco come Shane Black spiega la sua scelta su Empire:

La mia partecipazione a The Predator era ed è vincolata al rating del progetto. Il primo Predator aveva rating R e anche questo dovrà avere lo stesso. In altre parole non voglio dover tagliare ogni scena nella quale Predator farà qualcosa di violento.

Il fatto che collabori alla sceneggiatura Fred Dekker, famoso anche per il suo Dimensione terrore (1986) e per qualche altra escursione nell’horror anni ‘80, sembra garantire una bella dose di terrore e adrenalina.

Predator 1987, Dutch e gli altri vogliono uccidere il mostroHDFox

Risale a poco meno di un mese fa un’altra importante rivelazione fatta da Shane Black. Il protagonista dovrebbe chiamarsi Quinn McKenna, un nome facile da pronunciare e da ricordare, tanto immediato quanto quello di un marine.

E, a proposito di marine, non ci sono ancora certezze riguardo il possibile ritorno di Schwarzenegger e del suo bellicoso Dutch Schaefer, anche se il nome del protagonista esclude un ruolo primario per Schwarzy.

Dunque, questo è quanto? Più o meno sì. Anche perché Shane Black ha lasciato intendere che la lavorazione di The Predator proseguirà in gran segreto proprio per restituire al franchise quel senso di attesa che qualche pellicola spericolata di troppo gli aveva tolto.

Di certo Black è la persona giusta nel posto giusto. Avete qualche dubbio? L’immagine qui sotto dovrebbe convincervi del contrario.

Predator 1987 e la piccola parte di Shane BlackFox

 

Sara Adami - Maico Morellini

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.