FOX

E3 2016, il meglio e il peggio della fiera di videogiochi per eccellenza

di -

Bello e cattivo tempo a Los Angeles. L'E3 2016 ha regalato emozioni virtuali a tutti gli appassionati di gaming, presentando progetti vecchi e nuovi su PC e console.

85 condivisioni 2 commenti 2 stelle

Share

Sono stati tre giorni all'insegna dei videogame e della realtà virtuale quelli dell'E3 2016

Dal 14 al 16 giugno il Convention Center di Los Angeles si è colorato di "nerdismi" assortiti, ospitando come da tradizione la fiera di videogiochi più grande ed attesa dell'anno.

Quello dell'Electronic Entertainment Expo è un appuntamento amatissimo da tutti gli appassionati, ma anche dagli addetti ai lavori, pronti a stupire il grande pubblico con le prossime novità in uscita su PC e console. 

Già prima che le porte dell'evento aprissero ufficialmente, i principali attori dell'industria hanno infatti intrattenuto gli avventori e i fan in diretta streaming da casa con le loro conferenze, utili a presentare per la prima volta o per una seconda occhiata più approfondita i titoli in lavorazione nello spettacolare contesto della Città degli Angeli. 

Onere e onore di inaugurare l'edizione 2016 sono toccati ad Electronic Arts, che per la prima volta ha deciso di non partecipare direttamente all'E3. La casa di Redwood City ha infatti confezionato il suo EA PLAY, dal profilo solido ma povero di vere e proprie sorprese.

Se con il trailer di Mass Effect: Andromeda abbiamo finalmente fatto la conoscenza del Comandante Ryder, gli altri giochi del colosso americano non sono altro che conferme più o meno seducenti. Si alternano allora sul palco FIFA 17, lo sparacchino Battlefield 1 e l'universo di Star Wars, senza dimenticare il ritorno di Titanfall con il secondo capitolo, ora multipiattaforma. 

Segue a ruota Bethesda, che recupera dal passato il fenomeno Skyrim riadattandolo ai PC più moderni e alle console di ultima generazione, così come Prey, per cui è stato annunciato un reboot ad opera di Arkane Studios Austin.

È sempre Arkane ad infiammare il pubblico, questa volta con Dishonored 2. Il sequel delle avventure stealth di Corvo Attano torna con un lungo video gameplay e una golosa Collector's Edition, confermandosi come uno dei giochi più attesi dell'anno.

 

È invece piuttosto cocente la delusione per Quake Champions. La nuova iterazione dello storico FPS si presenta come uno sparatutto esclusivamente online per PC, in cui due squadre di eroi dovranno darsi battaglia sulla falsariga del recente Overwatch. Sono lontani i tempi gloriosi dei primi capitoli, mentre molti speravano in un comeback simile a quello di Doom su PS4, PC e Xbox One.

Inutile negarlo, i media briefing più attesi anche per questo E3 2016 erano quelli di Sony e Microsoft. Vuoi per il susseguirsi di continui rumor su modelli più potenti delle due ammiraglie del gaming, vuoi per via di una console war ancora ben radicata, tutti gli occhi erano puntati sulle due compagnie rivali. 

Microsoft non si è fatta trovare impreparata, e ci ha regalato una conferenza dal ritmo serrato e soprattutto ricca di date di uscita ufficiali. 

Nonostante la delusione di ReCore - il nuovo titolo di Keiji Inafune -, Gears of War 4, Forza Horizon 3, Scalebound, Halo Wars 2 e Dead Rising 4 si presentano come motivi più che validi per fare propria una Xbox One.

C'è addirittura spazio per l'annuncio di Xbox Scorpio, versione aggiornata della console che arriverà sul mercato a Natale 2017. Questo nuovo modello punta ad abbattere i limiti tecnologici affrontati dagli sviluppatori, offrendo una risoluzione in 4K e un evidente incremento delle prestazioni.

Sony ha risposto con un'esplosione di stelle sul palco dello Shrine Auditorium di Los Angeles. 

Quello stesso palco che ha ospitato il Kratos visibilmente invecchiato del nuovo God of War, la natura contaminata dalla tecnologia di Horizon: Zero Dawn e la atmosfere da thriller sci-fi di Detroit, l'ultima fatica di David Cage.

Non manca poi la data di uscita di The Last Guardian (che debutterà il 25 ottobre di quest'anno solo su PS4) e l'arrivo del tutto inatteso di Hideo Kojima.

Il papà di Metal Gear Solid ha solleticato il palato nostro e di quello di milioni di fan con il suo Death Stranding, in cui sarà protagonista Norman Reedus di The Walking Dead. Divide invece l'opinione dei gamer l'annuncio di Resident Evil 7, che si rinnova con un'inedita visuale in prima persona.

Orfana di Assassin's Creed (che vedremo al cinema con Michael Fassbender), Ubisoft punta tutto su Watch Dogs 2 e For Honor, due produzioni dall'altissimo budget ma di cui già conoscevamo l'esistenza. 

Anche per il colosso francese questo Electronic Entertainment Expo si è svolto senza particolari guizzi, tra un video gampelay di Ghost Recon Wildlands e i primi passi - piuttosto incerti - nella realtà virtuale di PlayStation VR, HTC Vive e Oculus Rift. 

Quella stessa realtà virtuale che ha il demerito di aver proiettato sui nostri schermi alcuni dei concept più acerbi dell'intera kermesse. Pensiamo all'incomprensibile esperienza VR di Final Fantasy XV o a quella sbiadita e ben poco divertente di Eagle Flight.

Non fraintendeteci, anche questo E3 2016 è riuscito ad emozionare chi vive di pad e poligoni, ma non è un caso che a nostro parere la palma del vincitore vada a sorpresa nelle mani di Nintendo.

La compagnia di Kyoto ha scelto di non presenziare con una conferenza dedicata, ma la sola presentazione di The Legend of Zelda: Breath of the Wild è riuscita in qualche modo ad imporsi sulla concorrenza.

In uscita su Wii U e sulla nuova console NX, la prossima avventura dell'elfo Link segna una rivoluzione per il longevo franchise della grande N, regalandoci sequenze mozzafiato da un mondo a tinte pastello vivo e pulsante completamente esplorabile. Il protagonista può scalare montagne, andare a caccia, preparare cibi e pozioni e perfino cambiare vestiario per adattarsi alle repentine evoluzioni del clima tra le lande di Hyrule. 

Insomma, la carne al fuoco è davvero tantissima e avremo di che giocare a lungo nei prossimi mesi. Qualsiasi sia il vostro "partito" videoludico, ogni piattaforma ospiterà potenziali capolavori in grado di far tremare i vostri pad e i vostri cuori in pixel. Siete pronti ad accoglierli?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.