FoxCrime

La Sostanza del Male, dall'Alto Adige Luca D'Andrea strega 13 nazioni

di -

Ancor prima di sbarcare nelle librerie, il nuovo libro di Luca D'Andrea è diventato un caso letterario internazionale. Einaudi lo presenta al pubblico italiano.

Un dettaglio della copertina di La Sostanza del Male

76 condivisioni 6 commenti 3 stelle

Share

Luca D’ Andrea ha 37 anni, è un lavoratore precario della scuola e vive a Bolzano. Nell'ultimo mese però è diventato il volto dell'estate letteraria italiana, anche se il suo libro è arrivato nelle librerie da appena qualche giorno. Il thriller La Sostanza del Male viene presentato nella collana Stile Libero da Einaudi, dopo essere stato venduto in ben 13 nazioni, ancor prima di vedere la luce in Italia. 

Si sa, la Penisola non è patria di un gran numero di lettori, anche se i generi giallo e noir sono da sempre tra i più amati per le letture estive. Stavolta però i lettori italiani potranno godersi un libro made in Italy così come gli appassionati delle crime story che vivono in Inghilterra, Francia, Spagna, Olanda, Lituania, Brasile, Taiwan, Portogallo e Norvegia. In Germania se lo stanno contendendo una pletora di case editrici, mentre arriva un certo interessamento anche da Danimarca, Finlandia, Israele, Polonia, Ungheria, Romania, Turchia e Grecia.

Mezza Europa, ma non solo, si appresta quindi a leggere questo intrigante noir. Cos'ha di così speciale l'ultima fatica di D'Andrea? L'agente letterario e scopritore di talenti Piergiorgio Nicolazzini (colui che lanciò Io Uccido di Giorgio Faletti) ne ha intravisto il potenziale già alla prima stesura e ha deciso d'inviare immediatamente il manoscritto in italiano all'estero, sicuro che il responso sarebbe stato positivo. 

Nemmeno nella più rosea delle ipotesi però ci si aspettava un così clamoroso successo. Rebecca Servadio, talent scout letteraria di base a Londra, lo sintetizza così: 

Si tratta di un autentico page turner. Il miglior thriller che abbia letto negli ultimi anni. 

La storia, per cui pare si stiano muovendo produttori cinematografici nostrani e Oltreoceano, combina i migliori elementi dei thriller alla Joël Dicker o Stieg Larsson con un panorama decisamente italiano.

Il protagonista della vicenda è un cacciatore di storie, un documentarista di origini statunitensi di nome Jeremiah Salinger. Insieme alla moglie Annelise e alla figlia Clara, l'uomo si trasferisce nel piccolo paese altoatesino di Siebenhoch, deciso a girare alcuni factual riguardanti il lavoro del Soccorso Alpino.

Il thriller dell'anno è La Sostanza del Male HDEinaudi
La copertina di La Sostanza del Male

Dopo essere rimasto coinvolto in uno spaventoso incidente, Salinger comincia ad interessarsi di un fatto sanguinoso risalente a molti anni prima, un triplice omicidio rimasto insoluto. Nonostante l'aperta ostilità dei paesani e della stessa moglie, il protagonista continuerà a scavare per scoprire l'orrenda verità riguardante la morte di quei tre giovani e il colpevole dei delitti rimasti insoluti sin dal 1985.

Luca D'Andrea è al suo esordio come scrittore di thriller, essendosi dedicato in passato a romanzi per ragazzi. Probabilmente ora il giovane autore altoatesino ha trovato il suo genere d'elezione, dato che il suo esordio nel mondo del thriller ha spinto Maria Fasce, direttore editoriale della casa editrice madrilena Alfaguara, a stampare una tiratura di 25mila copie:

Sono libri come questo a ricordarci quanto possa essere straordinario il nostro lavoro quando – una volta ogni cinque o sei anni, ma val la pena di attendere – ci offre la possibilità di scoprire autentici talenti.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.