Il Pianeta delle Scimmie e Il Pianeta del Destino tornano in libreria

di -

Mondadori ristampa nella collana Oscar I Grandi della Fantascienza due classici del genere: Il Pianeta delle Scimmie e Il Pianeta del Destino di Ursula K. Le Guin.

Un dettaglio della copertina di Il Pianeta delle Scimmie

0 condivisioni 0 commenti 4 stelle

Share

Sarà un luglio davvero infuocato per gli amanti della fantascienza letteraria. Oltre all’attesissimo nuovo libro di John Scalzi Chiusi Dentro (disponibile da ieri in edicola sulla collana Urania), Mondadori ha reso di nuovo disponibili due grandi classici del genere, da qualche tempo divenuti di difficile reperimento.

I due titoli sono le nuove proposte della collana Oscar I Grandi della Fantascienza, inaugurata un anno fa dalla casa editrice per riportare nelle librerie grandi romanzi divenuti difficili da reperire.

Il Pianeta Delle Scimmie viene ripubblicato da MondadoriHDMondadori
La copertina della nuova edizione di Il Pianeta Delle Scimmie

Il primo è un titolo che non ha davvero bisogno di presentazioni: Il Pianeta delle Scimmie di Pierre Boulle, noto a livello internazionale per il grande successo che la controparte cinematografica ha avuto e continua ad avere nelle sue numerose rielaborazioni.

Presentato nella storica prima traduzione di Luciano Tibiletti, il romanzo torna ad essere pubblicato dopo la prima edizione del 1965 (quando venne intitolato Viaggio a Soror) e la seconda, un decennio più tardi, quando assunse il celebre titolo.

 Affido questo manoscritto allo spazio, non con la speranza di ottenere soccorso, ma per contribuire, forse, a scongiurare lo spaventoso flagello che minaccia la razza umana. Dio abbia pietà di noi!

Si apre così il messaggio in bottiglia raccolto dai protagonisti Jinn e Phyllis durante la loro crociera intersiderale. Nella pergamena sono raccontate le disavventure di Ulisse, membro di una spedizione su un vascello spaziale, che approda su un pianeta simile alla Terra. Su Soror l’ordine sociale sembra sconvolto e gli umani, ridotti a uno stadio primitivo, sono schiavi di primati altamente intelligenti che governano il territorio.

Il primo adattamento cinematografico arriva nelle sale nel 1968, ha come protagonista l’allora famosissimo Charlton Heston e con il suo finale assolutamente imprevedibile entra di diritto nella storia del cinema.

A quel primo film ne seguirono altri 4, di minore rilevanza artistica.

Nel 2001 Tim Burton, che presto vedremo all’opera con Miss Peregrine, decise di realizzare un remake con Mark Wahlberg protagonista. Gli ultimi film di quella che ad oggi è considerata una sorta di saga unitaria sono L’Alba del Pianeta Delle Scimmie e Apes Revolution, che costruiscono una sorta di origin story alla saga principale.

Mondadori ristampa Il Pianeta dell'Esilio di Ursula K. Le GuinHDMondadori
La nuova copertina di Il Pianeta dell'Esilio di Ursula K. Le Guin

La seconda autrice riproposta da Mondadori non ha il traino di una grande saga cinematografica, ma è ad oggi considerata una delle più grandi firme della fantascienza letteraria mondiale, autrice di capolavori quali La Mano Sinistra delle Tenebre: Ursula K. Le Guin.

Dopo aver ripubblicato I Reietti dell'Altro Pianeta lo scorso anno, oggi torna in libreria Il Pianeta dell'Esilio, romanzo datato 1966 e tradotto da Riccardo Valla. Si tratta del secondo volume del Ciclo dell'Ecumene, una serie di romanzi e storie brevi tematicamente uniti da un legame, talvolta più forte talvolta meno chiaro, che li unisce in un unico universo narrativo. La stessa autrice però sottolinea che tutte le storie sono indipendenti tra loro, perciò si può cominciare la lettura da questo romanzo, anche senza passare per Il Mondo di Rocannon, che gli è immediatamente precedente. 

L'intero ciclo è ambientato in un universo in cui gli umani si sono diffusi partendo dal remoto pianeta Hain e poi approdando sulla Terra e via via colonizzando le galassie. La specie tenta di vivere in maniera collettiva attraverso l'Ecumene, una società organizzata e stratificata su scala galattica. La storia è ambientata su Werel, un pianeta dove sta arrivando l'inverno dopo anni di cicli stagionali più miti, tanto che è il gelo è ignoto ai più giovani (ricorda qualcosa?). Il libro racconta il tragico evolversi dei rapporti tra i discendenti della prima colonia umana e i nativi alieni dello stesso pianeta. 

Entrambi i volumi sono già disponibili in libreria e sono un'ottima soluzione per quanti hanno già affrontato i libri fantascientifici più attesi dell'estate 2016

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.