FoxCrime

Bastille Day, la recensione: Idris Elba fa le prove generali per 007

di -

James Watkins firma il promettente inizio di quello che vorrebbe essere un franchise con protagonista un Idris Elba davvero carismatico e, come spalla, Richard Madden.

Idris Elba e Richard Madden in Bastille Day

86 condivisioni 3 commenti 4 stelle

Share

Per una volta bisogna fare i complimenti alla distribuzione italiana, che ha deciso di portare nelle sale Bastille Day - Il Colpo del Secolo proprio il 13 luglio, giorno in cui ha inizio la vicenda del film. Come suggerisce il titolo infatti la storia, ambientata nell'odierna Parigi in preda alla paura di nuovi episodi di terrorismo, si consuma nelle poche, concitatissime ore prima della tradizionale parata militare che celebra la presa della Bastiglia da parte dell'esasperata popolazione francese. 

Di questo action scritto e diretto da James Watkins si è parlato soprattutto per un altro motivo. Per la tipologia di storia e le lunghe riprese d'azione che vedono per protagonista uno statuario Idris Elba, in molti hanno voluto leggerci una sorta di prova generale dell'attore nei panni di 007, ruolo che non ha mai nascosto di voler interpretare

Bastille Day, leggi la recensioneHDEagle Pictures
Idris Elba in Bastille Day

In realtà siamo più vicini ai toni adrenalici e realistici di Jason Bourne, il clone moderno e più riuscito dell'agente di Sua Maestà che ha anch'esso un nuovo capitolo in arrivo quest'estate. Il neo membro dell'Academy Idris Elba è Sean Briar, un agente della CIA sulle tracce di un cittadino statunitense sospettato di aver piazzato una bomba nel centro di Parigi.

L'operazione si tiene all'insaputa delle autorità francesi, spiate con metodi simili a quelli dell'NSA. Muovendosi in incognito per Parigi, Sean riesce presto a individuare il sospettato Michael Mason (Richard Madden di Game of Thrones) e, dopo un inseguimento rocambolesco, a catturarlo. 

Ben presto però l'agente della CIA si rende conto che l'incredibile scusa raccontatagli dal ragazzo, ovvero di aver rubato una borsa contenente una bomba e, senza rendersene conto, di averla abbandonata dopo aver tenuto per sé gli oggetti da rivendere sul mercato nero, corrisponde al vero. Richard infatti è una mano lesta di prim'ordine e si aggira, non visto, tra turisti e passanti, sottraendo contante e cellulare. 

Nel frattempo dei sedicenti terroristi rivendicano l'attentato. Sean, a corto di tempo e idee, recluta il ragazzo, promettendo di ripulirgli la fedina penale se collaborerà alla ricerca della ragazza a cui ha sottratto l'ordigno. Il rapporto tra i due, pur minato dai sospetti reciproci e dai furti opera di Michael, si rivela pieno di alchimia e permetterà alla CIA di disvelare un complotto ancora più grande e pericoloso. 

Bastille Day la recensione dell'action con Idris ElbaHDEagle Pictures
Richard Madden in Bastille Day

Bastille Day è un buon action movie che fa la mossa azzeccata di rifugiarsi dietro al suo carismatico protagonista nei momenti in cui la storia si fa più labile e stiracchiata. Se le vicende raccontate richiedono una sospensione d'incredulità davvero notevole, Idris Elba riesce ampiamente a ripagare il prezzo del biglietto, incarnando un agente impulsivo e spregiudicato ma anche simpatetico, uno di quelli a cui affideresti senza riserve la tua vita.

Il suo ruolo di leader naturale è ulteriormente esaltato da Richard Madden, che sfrutta il suo sguardo innocente per interpretare il ruolo dell'innocuo criminale stretto tra i due fuochi. Anche l'ambientazione parigina funziona molto bene in chiave adrenalinica, non facendo rimpiangere le metropoli statunitensi o asiatiche.

Arriva nei cinema Bastille DayEagle Pictures
Idris Elba fa una prova generale per 007 in Bastille Day?

Peccato davvero che la sceneggiatura sia poca cosa e che di fondo il film lasci il tempo che trova, senza lasciare un'impronta duratura. Certo sarebbe davvero un promettente inizio per un franchise di qualità, a patto di assumere uno sceneggiatore all'altezza.

Per quanto riguarda la regia e le scene d'inseguimenti e sparatorie, sono davvero molto ben realizzate, tanto da non rendere così immediata la percezione del budget contenuto dell'intera operazione. A chi vi scrive è sembrato che anche il regista  James Watkins un pensierino a un Bond o uno dei tanti epigoni contemporanei lo abbia fatto. Dopo aver visto quel lungo, rocambolesco ma mai patinato inseguimento sui tetti con cui si apre il film l'idea non sembra neppure così malvagia. 

Bastille Day sarà nei cinema italiani a partire dal 13 luglio 2016.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.