FOX

Star Wars Celebration: in Rogue One torna uno dei protagonisti più amati

di -

Direttamente dalla Star Wars Celebration di Londra vi raccontiamo cosa è stato rivelato durante il panel di Rogue One - A Star Wars Story, tra poster, backstage e una clip in esclusiva.

Star Wars Celebration: in Rogue One torna uno dei protagonisti più amati

127 condivisioni 5 commenti 5 stelle

Share

Partecipare ad un evento come la Star Wars Celebration è qualcosa di singolare, sia che siate fan accaniti della saga o neofiti. L'atmosfera che si respira nei padiglioni dell'ExCel London Exhibition Centre è unica. Una sola passione che lega i fan di ogni generazione e di ogni nazionalità.

Per questo motivo quando Gwendoline Christie (Captain Phasma in Star Wars: il risveglio della forza, e Brienne of Tarth ne Il Trono di Spade) sale sul palco per moderare il panel dedicato al nuovo film della saga, in uscita a dicembre, un coro unico e compatto si alza nel momento del ricordo delle vittime di Nizza, una Marsigliese cantata non solo dai francesi, ma dai cittadini di tutto il mondo. Attimi di vera commozione. Perché in fondo il cinema serve anche a questo, come faro in una notte sempre più buia.

Lo spettacolo però deve andare avanti, e così l’host d’eccezione ( a cui speriamo venga affidata la conduzione della cerimonia degli Oscars) introduce sul palco, insieme al curatore degli effetti visuali e al capo dello story group,la direttrice della Lucasfilm Kathleen Kennedy e  Gareth Edwards, il regista di Rogue One: A Star Wars Story.
Kathleen Kennedy e  Gareth Edwards sul palco del panel di Rouge One: A Star Wars StoryHDEva Carducci
Kathleen Kennedy e Gareth Edwards sul palco del panel di Rouge One: A Star Wars Story
Ambientato tra Episodio III ed Episodio IV: Una nuova speranza, il film racconta la storia di un gruppo di spie ribelli che cercherà di rubare all’Impero i piani della Morte Nera. Un film che si discosterà dai precedenti capitoli, e il motivo lo spiega direttamente Kathleen Kennedy:

Volevamo raccontare una storia diversa. Prima c’erano solo sequel o prequel, questo film invece è il primo dei tre stand alone previsti e mostra qualcosa che non era stato mai mostrato prima. Ci da modo di approfondire un mondo sconosciuto dell’universo di Star Wars.

Il regista del film Gareth Edwards era la persona giusta per realizzare il film, a cui ha portato il suo originale punto di vista nella regia (che abbiamo avuto modo di conoscere in Godzilla), senza considerare inoltre che era un grande fan della saga:

Da bambino ho distrutto le cassette, guardavo i film della saga ad oltranza. Per me è stato come vivere un’esperienza surreale che diveniva surreale ogni giorno di più. Come quando è passato a salutarci Mark Hamill con la maglietta di Godzilla. Pensavo di averle viste tutte fino al giorno in cui anche George Lucas ci è venuto a trovare sul set. E’ rimasto contento ma io ero tesissimo. 

Mark Hamill e Gareth Edwards sul set di Rouge One: A Star Wars StoryHDEva Carducci
Mark Hamill e Gareth Edwards sul set di Rouge One: A Star Wars Story
La protagonista di Rogue One: A Star Wars Story è Felicity Jones, a cui è stata data da Gwendoline Christie la prima action figure ufficiale del film, che ritrae ovviamente il suo personaggio, Jyn Erso, una ribelle diversa dalle altre:

A differenza di Rey o Luke Jyn sa chi è ma deve trovare uno scopo nella sua vita.

Parola di Felicity Jones. Sappiamo infatti che il padre di Jyn è Galen, interpretato da Mads Mikkelsen, che non si è potuto sbilanciare troppo sul suo personaggio.
Felicity Jones alle prese con la sua Action FigureHDEva Carducci
Felicity Jones alle prese con la sua Action Figure
E’ stato invece rivelato il poster ufficiale, che è stato regalato a tutti i partecipanti del panel. 
Rogue One: Nuovo poster in anteprima
Ed è stato proiettato (due volte a causa di un guasto tecnico) uno speciale dal backstage del film, che anticipa un po’ quelle che saranno le atmosfere di Rogue One: A Star Wars Story, e che potete vedere qui:
Quello invece che non potrete vedere, almeno per un po’, è un contenuto esclusivo mostrato a noi presenti in sala. Si tratta di pochi secondi aggiuntivi, ma di gran spessore, perchè segnano il ritorno in scena di uno dei personaggi più amati, se non il più amato di tutti. Colui a cui si ispira anche il villain di Star Wars: Il risveglio della forza, Kylo Ren. Il primo ad aver ceduto al lato oscuro della forza, riconoscibile anche solamente da una sagoma nera e da una voce dal timbro…metallico.
Rogue One: A Star Wars Story arriverà nelle sale italiane il 15 dicembre.
Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti dalla Star Wars Celebration di Londra!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.