FoxLife

Kim Kardashian e Taylor Swift, la faida (social) per Famous continua

di -

Continua la diatriba tra Taylor Swift e Kim Kardashian. Le due star dei social si sfidano a colpi di post al vetriolo per via di Famous, l'ultimo video di Kanye West.

Primo piano di Taylor Swift, Kim Kardashian e Kanye West

43 condivisioni 2 commenti 5 stelle

Share

Non c'erano dubbi sul fatto che Famous, ultima "fatica" di Kanye West, avrebbe sollevato un polverone mediatico destinato a durare a lungo.

Il tanto discusso videoclip, infatti, continua a tenere banco nel frenetico mondo del gossip e pare che abbia inasprito ulteriormente i rapporti - già alquanto tesi - tra Taylor Swift e Kim Kardashian, consorte del rapper.

Facciamo un passo indietro.

Fotogramma tratto dal video Famous di Kanye West con Taylor SwiftHDTidal

Nel video di Famous, Kanye è a letto seminudo circondato da altri personaggi celebri dello showbiz - a loro volta senza veli - tra cui la reginetta del pop Taylor Swift. Il testo della canzone allude alla cantante definendola una p********a che deve la sua popolarità esclusivamente a Kanye West.

👀

A photo posted by Taylor Swift (@taylorswift) on

Naturalmente la cosa non è andata giù alla cantante - in giro per il mondo con il nuovo fidanzato Tom Hiddleston, innamorato pazzo di lei - e ha suscitato tantissime polemiche ed interventi a favore di Taylor, da parte di personalità dello spettacolo come Lena Dunham - che ha definito "fastidioso" il nuovo video del rapper - e Paris Hilton, che ne ha approfittato per togliersi qualche sassolino dalle scarpe nei riguardi della ex amica Kim Kardashian.

Subito dopo la prima proiezione del video su Tidal, il portavoce di Taylor Swift ha fatto sapere che la popstar si è sentita umiliata e offesa da un videoclip così misogino.

A questo punto è entrata in gioco Kim Kardashian.

Hey Guys! LuMee cases are featured today as Amazon’s Prime Deal of the Day. Best deal ever! #PrimeDay #LuMee amzn.to/29kDDyJ

A photo posted by Kim Kardashian West (@kimkardashian) on

L'onnipresente socialite di origini armene si è schierata in difesa del marito, sostenendo che Taylor fosse d'accordo circa le parole del testo che Kanye le ha dedicato e che avrebbe addirittura dato il suo consenso esprimendo un parere positivo circa la natura del brano e del video.

A dimostrazione di ciò, Kim ha divulgato tramite Snapchat diversi spezzoni di una conversazione telefonica tra il marito e la Swift.

Dinanzi a questo atteggiamento così irriverente, Taylor Swift ha rotto il suo silenzio stampa e ha tenuto a dire la sua su Instagram con un post accompagnato dalla didascalia "Quel momento in cui Kanye registra di nascosto una telefonata e Kim la diffonde su Internet".

That moment when Kanye West secretly records your phone call, then Kim posts it on the Internet.

A photo posted by Taylor Swift (@taylorswift) on

Dov'è il video in cui Kanye mi chiede il permesso di chiamarmi p*****a nella sua canzone? Non esiste, perché non è mai successo. Avrei voluto farmi piacere questa canzone e credere a Kanye quando mi ha detto che l'avrei amata. Aveva promesso di farmela sentire, ma non l'ha fatto. Non potevo approvare una canzone che non ho mai sentito. Avrei voluto essere esclusa da questa faccenda. Non ho mai chiesto di farne parte, sin dal 2009.

Il riferimento - piuttosto chiaro - è ai Video Music Awards del 2009. In quell'occasione, Taylor Swift venne premiata per il miglior video femminile dell'anno e fu interrotta bruscamente durante il suo discorso di ringraziamento proprio da Kanye West, in disaccordo circa la sua vittoria. Da allora, i rapporti tra i due corrono sempre sul filo del rasoio.

Taylor Swift insieme a Kanye West sul palco degli VMA 2009HDGetty

Come andrà a finire?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.