Oliver Stone collega l'applicazione Pokémon GO al totalitarismo

di -

Oliver Stone, ospite al Comic-Con a San Diego, ha definito l'applicazione Pokémon Go un esempio di come agiscono il totalitarismo e la sorveglianza capitalistica.

Oliver Stone

229 condivisioni 31 commenti 3 stelle

Share

In questi giorni, Oliver Stone è ospite al Comic-Con 2016 di San Diego per presentare il suo ultimo film, Snowden

Il regista non ha perso occasione per esprimere il suo pensiero sul dilagante successo dell'applicazione Pokémon Go.

Secondo Stone, il gioco è la perfetta rappresentazione di quello che lui definisce sorveglianza capitalistica

Oliver Stone al Comic-Con 2016 a San DiegoHDGetty
Oliver Stone e il cast di Snowden al Comic-Con a San Diego

Si tratterebbe cioè di una sorta di nuovo stadio di società robotica in cui grandi aziende, come Google, tentano di acquisire il maggior numero di informazioni sugli utenti: dove sono, cosa comprano, cosa gli piace, come si comportano. 

Le informazioni raccolte vengono poi utilizzate per influenzare e determinare il comportamento degli esseri umani.

Per Stone questa deriva ha un unico nome: totalitarismo.

Non è un caso che il regista usi questi toni ad un incontro di presentazione del suo film su Edward Snowden, l'informatico americano responsabile della divulgazione di una serie di documenti scottanti dell'Agenzia per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti.

La voce di Stone comunque non è l'unica ad essersi levata contro la popolare applicazione, che richiederebbe l'acceso a più dati personali del necessario. 

Variety ha riportato una recente precisazione di Niantic, la società sviluppatrice di Pokémon Go. Come notato da alcuni utenti del gioco, durante la creazione dell'account l'applicazione avrebbe chiesto l'accesso a tutti i dati dell'account Google ad esso collegati.

Niantic è subito intervenuta per correggere l'errore, garantendo che, di fatto, ha sempre avuto accesso solo alle informazioni di base degli utenti, senza nessuna raccolta supplementare di dati. 

Pokémon GoPokémon Company

Voi cosa che ne pensate: concordate con la visione di Oliver Stone?

Oppure siete d'accordo con la dichiarazione di Zachary Quinto, alias il giornalista Glenn Edward Greenwald nel film Snowden, secondo cui la gente ha semplicemente bisogno di fare ciò che la rende felice, Pokémon Go compreso?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.