FoxLife

Jennifer Aniston: “Spegnete i computer e parlate con gli amici reali”

di -

Ospite d’onore del Giffoni Film Festival, Jennifer Aniston ha tenuto un lungo incontro con i ragazzi della kermesse tra bullismo e girl power.

Jennifer Aniston al Giffoni Film Fest

113 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

È l’indimenticabile sigla di Friends, intonata e danzata dal giovanissimo pubblico del Giffoni Film Fest, ad accogliere la splendida Jennifer Aniston.

L’ex Rachel della sit-com più amata delle ultime generazioni, è stata infatti l’ospite più attesa dell’intera manifestazione che si è tenuta dal 14 al 24 luglio scorso.

Chignon, vestito nero a pois bianchi, sandali rossi: sempre impeccabile la Aniston, che secondo un sondaggio di People è la donna più bella del mondo e che si è donata al giovanissimo pubblico lasciandosi commuovere dal calore delle sue seguaci appena adolescenti e dal ricordo di Garry Marshall, regista recentemente scomparso che l’ha diretta in Mothers Day.

Dopo la sua lettera aperta, in cui ha sottolineato che una donna può essere completa con o senza un figlio o un compagno, la Aniston anche in quel di Giffoni ammesso che a Hollywood l’altra metà del cielo dovrebbe essere più unita contro il sessismo che imperversa e di cui solo ora, attraverso anche l’operato di registe e sceneggiatrici, si incomincia a parlare:

Noi donne dobbiamo supportarci l’un l’altra. Io fin da piccola ho avuto una cerchia di amiche che mi hanno sostenuta, quindi ragazze createvela e proteggetevi a vicenda.

Oltre a uno scudo di amicizie, secondo la Aniston, le donne hanno il dovere innanzi tutto di volersi bene:

Amatevi per quello che siete, non importa quale sia la vostra taglia, la vostra altezza o il colore della vostra pelle. Vogliatevi bene per come siete e solo così diventerete forti e il mondo intorno vi accoglierà.

Come se fosse un’amica più grande, i ragazzi del Giffoni Film Fest hanno chiesto a Jennifer Aniston anche consigli su come affrontare i loro problemi, in primis quello del bullismo:

Quando c’è un bullo in giro la prima cosa da fare è isolarlo e tentare di eliminarlo in gruppo ma ora, con internet, la cosa è più complessa. Quello che posso dirvi è che per evitare che qualcuno vi infastidisca sui social dovete spegnere il computer parlare con i veri amici, che non sono di certo quelli nascosti dietro uno schermo.

Avere la possibilità di parlare con Jennifer Aniston non può non significare anche nominare l’indimenticabile Rachel Green di Friends, personaggio a cui la stessa attrice è legatissima:

Io sarò sempre grata di essere stata Rachel perché è stato un ruolo bellissimo da interpretare. Non mi infastidisce essere identificata con lei perché tutti noi ex protagonisti di Friends dobbiamo molto a quell’esperienza, a quella serie TV straordinaria.

Nonostante abbia amato molto Rachel, il ruolo che le ha cambiato la vita è stato quello di Cake in cui Jennifer Aniston - per la prima volta in veste drammatica - è una madre alle prese con l’estremo dolore della perdita di suo figlio:

È stato un ruolo per il quale ho combattuto per evitare di andare per stereotipi. Volevo la parte perché era un modo per superare dei limiti che gli altri vedevano. Ho sempre fatto ruoli ironici e avevo bisogno di mettermi alla prova…. Credo che sia andata bene.

Se Cake è stata la parte che Jennifer Aniston agognato di più, sicuramente la Dottoressa Harris in Come Ammazzare il Capo e Vivere Felici è quella che, a detta dell’attrice, meno la rappresenta.

Dopo tanto recitare Jennifer Aniston è ora anche una produttrice. È lei, infatti, che porterà sul grande schermo The Goree Girls. Il lungometraggio, che narrerà la vera storia della band country femminile nata in una prigione del Texas negli Anni ’40, potrebbe avere tra le protagoniste Ellen Pompeo e Sandra Oh per la felicità di tutti i fan di Grey's Anatomy.

Il passaggio dietro la macchina da presa, però, non si ferma alla “mera” produzione. Jennifer Aniston ha come sogno nel cassetto quello di recitare in un film di David O’Russel e Steven Soderbergh ma, soprattutto, vorrebbe nuovamente tentare con la regia.

La Aniston in passato ha già diretto due cortometraggi e ora ha intenzione di riprendere in mano questa passione. Di raccontare nuove storie anche come cineasta. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.