FOX

Venezia 73, i 5 film in concorso che non vediamo l'ora di vedere

di -

Il concorso di Venezia 73 si preannuncia ricchissimo, tra nomi adorati dai cinefili e novità tutte da scoprire. Scoprite quali sono i 5 titoli dai noi più attesi!

Emma Stone e Ryan Gosling in La La Land

77 condivisioni 6 commenti 5 stelle

Share

A fine agosto comincerà la 73esima edizione del Festival del cinema di Venezia, la mostra d'arte cinematografica più antica e longeva del mondo. Dopo qualche anno in cui la concorrenza di Berlino, Cannes e Toronto si era fatta sentire e molto, la Laguna ha saputo rivalersi, presentando un programma davvero forte, almeno sulla carta. 

Se solo il passaggio in Laguna potrà rivelarci quanti film tra concorso e sezioni collaterali (in tutti verranno presentate 55 pellicole) sapranno impressionare critica e pubblico, non c'è bisogno di essere esperti cinefili per lasciarsi conquistare dalle nuove proposte di alcuni cineasti particolarmente amati dagli appassionati del circuito dei festival. Ne abbiamo discusso, ci siamo confrontati e abbiamo scelto tra le 20 pellicole che si contenderanno il Leone d'Oro quelle che attendiamo con il grado maggiore di hype. 

FRANZ 

François Ozon è un habitué del circuito festivaliero europeo, avendo partecipato numerose volte ai concorsi di Cannes, Berlino e Venezia. Proprio in Laguna tornerà una terza volta per presentare il suo 16esimo lungometraggio, una raffinata pellicola girata quasi interamente in bianco e nero, intitolata Franz
Se è ormai noto che il regista francese maneggi sentimenti, melodrammi e sottili ambiguità con grande perizia, dopo lo straordinario Nella Casa (2013) rimane un sorvegliato speciale per ogni cinefilo che si rispetti. Il fatto che il film sia già stato venduto in molti mercati alla presentazione del suo trailer rafforza l'impressione che anche stavolta Ozon riuscirà a sorprendere il suo pubblico

A Venezia 73 torna OzonHDCinema
La locandina del film Frantz

La trama ancora molto misteriosa del film è ambientata nella Germania del 1919, all'indomani della sconfitta nella Prima guerra mondiale. Sulla tomba di un giovane caduto in battaglia di nome Frantz ogni giorno la sua promessa sposa nota un giovane francese che porta dei fiori. Il ragazzo, interpretato dall'astro nascente del cinema francese Pierre Niney, comincia a frequentare la casa dell'amico morto in guerra, ma non è mai davvero chiaro che rapporto intercorresse tra i due. 

La madre della ragazza, allettata dalla possibilità di trovare un nuovo compagno abbiente a cui dare in sposa la figlia, la sprona ad approfondire la conoscenza del giovane in una Germania dove si respira un'aria di sconfitta. La giovane finirà per rincorrerlo anche in una Parigi al contrario vitalissima. 

Conoscendo Ozon, non mancheranno grandi rivelazioni e una certa vena sensuale che permea tutte le sue opere. Ci sono bastati il raffinatissimo poster e il primo trailer per voler scoprire il misterioso segreto di Franz

Arrival 

Il regista che si contende il titolo di miglior cineasta canadese con il beniamino di Cannes Xavier Dolan è anch'egli un favorito del circuito festivaliero europeo. Dennis Villeneuve non ha mai sbagliato un film, anche se i suoi lavori con star del firmamento hollywoodiano, Prisoners e Sicario, hanno forse meno convinto dei precedenti. 

Il cineasta canadese rimane però uno degli autori con cui Hollywood ama flirtlare. Dopo la prossima Mary Poppins Emily Blunt, Villeneuve ha scelto l'attrice Amy Adams per il ruolo principale del suo nuovo lungometraggio, basato su una storia di Ted Chiang, uno degli scrittori sci-fi contemporanei più letterari e ammirati dalla critica. 

Venezia 73, tra i film più attesi Arrival HDGettyImages
Amy Adams sarà tra le protagoniste di Venezia 73

Amy Adams, al fianco di Jeremy Renner, Forest Whitaker e Michael Stuhlbarg, sarà una linguista con il difficile compito di interpretare il linguaggio incomprensibile di una specie aliena appena sbarcata sul pianeta, per stabilire se gli extraterrestri arrivino in pace o siano una minaccia

Per ora non si sa altro a riguardo ma è lecito aspettarsi grandi cose dal regista del sequel di Blade Runner!

Jackie 

In Cile invece il trono di miglior regista (e grande produttore) è attribuibile senza ombra di dubbio al profilo e apprezzatissimo Pablo Larraín. Il suo Neruda ha scatenato il finimondo nell'ultima edizione di Cannes: in tanti hanno gridato al complotto per il fatto che una pellicola tanto bella e papabile di Palma d'Oro venisse presentata fuori concorso, vanificandone le chance di vittoria. Avendo avuto il piacere di vedere Neruda e altri grandi film del regista - Il Club, No - I Giorni dell'Arcobaleno - posso assicurarvi che a un grande cineasta Pablo Larraín manca solo una consacrazione internazionale. 

Chissà se la sua prima escursione nel cinema in lingua inglese e con grandi star hollywoodiane sarà l'occasione propizia. Una Natalie Portman pronta a tornare in pompa magna dopo la gravidanza (e presto impegnata nelle riprese di Annihilation) incarna per lui la più famosa first lady del Novecento, la moglie di Kennedy, trasfigurata nel tragico filmato della morte del marito. 

Venezia 73, Natalie Portman in JackieBliss Media
La prima foto ufficiale di Jackie

Il biopic di una grande donna finalmente non più nell'ombra di un grande uomo ha dietro la presa uno dei cineasti più capaci al mondo e davanti un cast assolutamente stellare: oltre a Portman ci sono Peter Sarsgaard, Greta Gerwig e la leggenda John Hurt.

Nocturnal Animals

Secondo film in concorso con Amy Adams nel cast, secondo film con alla regia l'esteta della moda Tom Ford. Se prima dell'uscita di A Perfect Man (2009) qualcuno fece dell'ironia sullo stilista desideroso di diventare cineasta, è bastato quell'esordio folgorante a mettere a tacere le male lingue e far attendere da tanti con ansia il secondo film del regista. 

Tom Ford si è preso davvero tutto il tempo necessario per scrivere e dirigere quello che pare un raffinato thriller ricco di suspence. La gallerista divorziata Susan Morrow (Amy Adams) è tormentata dal romanzo che l'ex marito ha scritto e dato alle stampe. La donna crede che la storia narrata nel romanzo sia una minaccia indiretta rivolta verso di lei. 

Venezia 73, attesa per Noctural Animals di Tom FordHDGettyImages
Tom Ford, da stilista a regista con un solo film!

A fugare ogni dubbio circa il livello di glamour hollywoodiano che raggiungerà il tappeto rosso di questo film ci pensa la lista d'interpreti coinvolti in Nocturnal Animals: Jake Gyllenhaal, Amy Adams, Michael Shannon, Aaron Taylor-Johnson, Isla Fisher, Laura Linney.

La La Land

Dulcis in fundo, non possiamo che includere La La Land, forse il film più atteso dell'intero concorso veneziano. Il regista statunitense Damien Chazelle aveva già conquistato critica e pubblico con Whiplash, ma lo spostamento del film nella stagione autunnale, il passaggio a Venezia e Toronto e le prime entusiastiche voci a riguardo fanno presagire che potremmo già trovarci di fronte a un forte Oscar contender.

La La Land in concorso a VeneziaHDBlack Label Media
Gosling e Stone saranno all'altezza dell'esigentissimo Chazelle?

I protagonisti di una delle pellicole più glamour di Venezia 73 sono i bellissimi Ryan Gosling e Emma Stone, due giovani innamorati e impegnati a sopravvivere ai margini del magico mondo di Hollywood, in attesa di entrarci un giorno dalla porta principale. Il film, sin dal suo suggestivo trailer, si configura come un grande omaggio alla vecchia Hollywood dei film musicali, ma con un'estetica iper-contemporanea e davvero impressionante, a partire dalla prime immagini circolate. 

A completare il cast ci sono John Legend e J.K. Simmons, che torna a lavorare not in my tempo con Chazelle.

Siete d'accordo con la nostra selezione o ci sono altri film in concorso che per voi hanno la priorità? Fatecelo sapere nei commenti e seguite assieme a noi ciò che succederà in Laguna a partire dal 31 agosto 2016!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.