FoxLife

I 5 prodotti più strani ispirati a Pokémon GO

Cuscini-Snorlax e normali cover per telefono non bastano: Pokémon GO ha ispirato una miriade di gadget e servizi a tema davvero particolari. Ecco i più strani!

Una cover dedicata ai Pokémon

72 condivisioni 7 commenti 5 stelle

Share

La Pokémon GO mania è nel pieno della sua frenesia. Mentre gli Allenatori tentano di catturare fino all'ultima creatura, c'è chi ha deciso di sfruttare la loro passione per uno scopo nobile: vendere gadget e servizi a tema.

Accanto ai quasi-tradizionali cuscini modellati secondo le rotonde forme degli Snorlax, cover per telefono con l'effige di Pikachu e manicure dedicate al gioco Niantic, sono arrivati prodotti ben più strani. Menù a tema, sconti speciali per giocatori di Pokémon GO e offerte lampo dedicate al gioco sono solo la punta dell'iceberg.

Ecco i 5 prodotti più bizzarri ispirati a Pokémon GO ideati fino ad ora!

I cuscini Pokémon ispirati a Snorlax e Ditto
I cuscini a tema Pokémon con la forma di Snorlax e Ditto

1. Pokéball Aimer: la cover per prendere la mira e catturarli tutti!

Forse avrete già sentito parlare di questo richiestissimo gadget.
La Pokéball Aimer in vendita su etsy è una speciale cover per iPhone (e prossimamente per altri modelli smartphone) che permette di catturare Pokémon senza sprecare nemmeno una Pokéball! Come? Aiutandovi a prendere la mira e non sbagliare mai un colpo.

Pokéball Aimer, la cover per iPhoneHD©KiwiThreeD
Il Pokéball Aimer: la cover per iPhone che consente di lanciare la sfera Poké con accuratezza

La popolarità del gadget, diventato virale, è stata tale da costringere i suoi ideatori a chiudere temporaneamente le vendite per far fronte alla mole di richieste ricevute. Ora, il team ha riaperto i battenti con una novità: 3 nuove versioni del Pokéball Aimer con i colori dei team del gioco: Coraggio, Saggezza e Istinto.

Naturalmente, nel frattempo su Internet sono arrivate molte cover simili, che rispondono allo "stile di gioco" di molti Allenatori di Pokémon. Il Poké-Han per avere sempre le mani libere, per esempio:

2. L'assicurazione per Allenatori di Pokémon

In Russia, catturare Pokémon è una faccenda seria. Ma, siccome gli incidenti e le storie sinistre legate a Pokémon GO non mancano, è meglio premunirsi.
Come? Con un'assicurazione dedicata esclusivamente agli utenti del gioco.

Le promesse della banca che ama Pokémon GO: bonus per l'app!HD©SbérBank
"Cerca mostri nei dintorni delle nostri filiali e ottieni dei bonus!" #sbérbankgo

A pensarci è stata una banca (sì: una banca!), la Sberbank. Tramite un comunicato stampa, l'acuta organizzazione ha svelato diversi nuovi servizi legati all'app, volti ad "avvicinare le giovani generazioni al settore finanziario". Tra questi ci sono:

  • l'approvigionamento dei Pokéshop vicini alle sue filiali con speciali esche attira-Pokémon
  • aiuto nella cattura dei Pokémon durante gli orari di lavoro della banca
  • un'assicurazione gratuita che "vi permetterà di concentrarvi al massimo sul gioco!"

Agli Allenatori non resterà che visitare il sito ufficiale dedicato all'iniziativa (a tema Pokémon, naturalmente) e fornire numero di telefono e nickname usato nel gioco. In caso d'infortunio, una prova fotografica sarà tutto quel che vi servirà.

3. Gli allucinogeni a forma di Pikachu

Non tutti i gadget a tema Pokémon GO vengono per nuocere; ma, in questo caso, c'è chi ha approfittato della popolarità dell'app per scopi tutt'altro che nobili.

Produttori e spacciatori di droga hanno iniziato a mettere sulle strade pillole allucinogene o con tracce di ecstasy a forma di Pikachu, al fine di attrarre compratori sempre più giovani.

Pillole di droga modellate secondo il volto di Pikachu
Il volto di Pikachu è usato dagli spacciatori di droga per attirare clienti sempre più giovani

Purtroppo non è la prima volta che la creaturina viene usata per questi scopi: il trend negativo è iniziato diversi anni fa, quando l'anime dei Pokémon è diventato popolare per la prima volta.

4. Pokémon per adulti: quando Pikachu e il sesso s'incontrano

Era impossibile che il fenomeno Pokémon GO potesse diffondersi senza qualche impatto sul mercato del sesso. Le parodie porno in stile Strokémon con protagonisti i personaggi dell'anime non sono cosa nuova, ma grazie all'app questo filone è tornato alla ribalta.

Tutto è iniziato quando le ricerche legate a Pokémon hanno battuto quelle legate al sesso; poi, gli utenti hanno cominciato a cercare Pokémon anche sui siti più piccanti.
Il cerchio si è chiuso con l'arrivo sul web di sex toys ispirati alle forme dei 3 Pokémon iniziali (Bulbasaur, Charmender e Squirtle) e al povero Pikachu.

Strokémon, la porno-parodia di Pokémon
Una scena della porno-parodia di Pokémon: Strokémon

Le battute sui nomi di questi esserini ovviamente non sono mancate, specie sui canali social. Squirtle, tra l'altro, sarebbe stato messo a difesa di una palestra nei pressi di un sexy shop nel Regno Unito da parte di un Allenatore che sa il fatto suo...

Per chi invece del porno cerca un compagno di giochi senza secondi fini (o magari sì), ci sono sempre altre strade: PokéDates e altri siti d'incontri dedicati agli utenti dell'app promettono appuntamenti da non dimenticare. Ovviamente se siete maggiorenni.

5. Il tour per catturare tutti i Pokémon d'Islanda!

C'è chi, a poche ore dal lancio dell'app, aveva pensato a un servizio in stile Uber per aiutare gli Allenatori a catturare tutti i Pokémon rari della zona. Ma l'Islanda ha pensato molto più in grande.

Nello specifico, l'Islanda ha pensato a Pokémon Hunt, un tour guidato della città di Reykjavík‘s tutto dedicato ai mostri tascabili.

Il tour dell'Islanda che porta alla ricerca di Pokémon

Tra i punti forti dell'offerta ci sono:

  • wi-fi gratuito
  • possibilità di ricaricare il telefono durante il viaggio
  • i consigli di "esperti allenatori di Pokémon" islandesi
  • ...un tour di Reykjavík‘s a 60 euro

"Il successo non è garantito", recita il sito ufficiale. Anche perché i Pokémon mostrati nella home page non esistono per davvero (la causa legale di Nintendo/Niantic è dietro l'angolo!) - ma l'importante è divertirsi, giusto?

-

E voi in quali assurdi gadget e servizi vi siete imbattuti durante la ricerca dei Pokémon, su Internet e non?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.