FoxCrime

Niente È Mai Acqua Passata, in libreria un nuovo caso per Rudi Carrera

di -

Dopo La Sentenza Della Polvere, Alessandro Bongiorni torna sugli scaffali con un nuovo thriller edito da Frassinelli. Protagonista ancora una volta il vice commissario Carrera.

La copertina del volume

64 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Milano è da sempre la capitale dei thriller e dei noir di casa nostra, luogo seducente e pericoloso in cui le vicende di integerrimi agenti delle forze dell'ordine e cupi investigatori privati si intrecciano con quelle di pericolosissimi serial killer e organizzazioni criminali senza scrupoli.

Non c'è quindi da sorprendersi se è proprio Milano la città in cui si svolgono le indagini di Rudi Carrera, vice commissario nato dalla penna di Alessandro Bongiorni, al suo secondo romanzo da protagonista dopo La Sentenza Della Polvere (2014, Piemme).

Se nel precedente volume l'anomalo poliziotto, incapace di scendere a compromessi e costantemente pronto a coinvolgersi in indagini ad alto rischio, aveva avuto a che fare con lo spaccio e il controllo della cocaina, il traffico che si trova a fronteggiare in Niente È Mai Acqua Passata (2016, Frassinelli) è molto più spietato: quello delle donne.

La Trama

Il vice commissario Carrera è fatto a modo suo. Avrebbe potuto fare molta strada, dentro la questura di Milano, se solo fosse stato capace ogni tanto di tacere, di accettare qualche compromesso, di scegliere le indagini “giuste”. Ma non sarebbe stato Rudi Carrera.

E non è certo un’indagine “giusta” quella in cui si è lasciato coinvolgere dopo aver salvato una giovane prostituta da uno stupro. «A chi vuoi che gliene freghi di qualche puttana», gli ripetono un po’ tutti. A Carrera gliene frega.

E gliene frega anche a Beppe Modica, da quando sua figlia è scomparsa nel nulla, da quando ha capito che la fine più probabile è che sia stata rapita dal racket della prostituzione, da quando ha iniziato a cercarla, tutti i giorni, tutte le notti, per anni.

Ma il racket della prostituzione, a Milano, è una brutta cosa: la criminalità albanese, legata da regole antiche e cattive, “tiene” il territorio metro a metro, e lo fa con violenza, con ferocia, con moltissimi soldi, e con il massimo disprezzo della vita: quella delle ragazze che umiliano, violentano e vendono, e quella di chi – come Carrera, come Beppe Modica – cerca di ostacolarli. E infatti il prezzo che Carrera dovrà pagare, per essersi infilato in questa storia, sarà davvero altissimo.

La copertina di Niente è mai acqua passata©Frassinelli

L'Autore

Alessandro Bongiorni, classe 1985, ha esordito a soli ventiquattro anni con Capitale Mortale (2009), a cui sono seguiti i due thriller Se Tu Non Muori (2011) e La Sentenza Della Polvere (2014), il romanzo che lo ha rivelato al grande pubblico. Tutti i suoi libri sono ambientati a Milano, la sua città.

Con Niente È Mai Acqua Passata (2016) Bongiorni conferma tutto il suo talento, delineando una storia che non molla mai il lettore, popolata di personaggi unici e memorabili, e gettando uno sguardo tagliente su quello che succede nelle nostre città quando andiamo a dormire.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.