FOX

Capitano, mio Capitano! Ricordando il grande Robin Williams

di -

Oggi, ricorre l'anniversario della morte di Robin Williams. Ripercorriamo la sua carriera per ricordare gli indimenticabili personaggi a cui ha dato viso e voce.

11k condivisioni 216 commenti 5 stelle

Share

L'11 agosto del 2014, Robin Williams ha lasciato il suo corpo per materializzarsi in una stella, proprio come quella che gli è stata dedicata sulla Hollywood Walk of Fame. 

Due anni fa, Robin è stato trovato morto per asfissia nella sua stessa casa.

A distanza di qualche mese, fu svelata l'amara verità: l'attore si era suicidato perché sulla sua testa pendeva una condanna a morte che gli lasciava solo tre anni di vita, probabilmente infernale. 

L'attore Robin WilliamsGetty

A Robin era stato diagnosticato il morbo di Parkinson e, come se non bastasse, gli era stata riscontrata una malattia neurovegetativa, la Demenza a corpi di Lewy. 

Si tratta di una patologia incurabile che provoca una perdita progressiva delle facoltà cerebrali con vuoti di memoria, allucinazioni visive, problemi motori e di linguaggio e difficoltà nella masticazione. 

Alla luce di quanto è stato svelato, forse vi chiederete se Robin abbia commesso o meno un gesto coraggioso.

È difficile giudicare l'uscita di scena dell'attore, molto più facile giudicarne la bravura quando era in scena e ricordare le perle che ha regalato agli spettatori nella sua lunga carriera di attore, doppiatore, regista, produttore e cantante. 

Tutto è iniziato con la partecipazione alla serie TV Mork & Mindy, andata in onda dal 1978 al 1982.

Mork & Mindy, serie TVABC
Mork & Mindy

Il debutto cinematografico arriva, invece, nel 1980 con il Braccio di Ferro di Robert Altman.

Alcuni dei suoi personaggi rimarranno per sempre nella memoria, come il professore dell'Attimo fuggente (1989), il medico di Risvegli (1990) e lo psicologo Sean McGuire di Will Hunting - Genio Ribelle (1997), che gli valse l'Oscar come miglior attore non protagonista. 

Robin Williams nel film RisvegliColumbia Pictures
Robin Williams nel film Risvegli (1990)

Il talento di Robin è stato riconosciuto non solo dagli spettatori ma anche dagli addetti ai lavori, che lo hanno premiato con 6 Golden Globe, 2 Emmy Award e 2 Screen Actors Guild Awards e 5 Grammy Awards. 

A distanza di due anni dal suicidio, non lo ricordiamo per come se ne è andato ma per come era capace di trasformarsi sulla scena, diventando un medico clown in Patch Adams o una dolce tata in Mrs. Doubtfire

Patch Adams e Mrs. Doubtfire

Credit video: Matteo Ghidoni - Kika Press

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.