FOX

Orfani: Ringo 4 - Dissolvenza In Nero, la recensione

di -

Con Dissolvenza In Nero si conclude la seconda stagione di Orfani, la saga fantascientifica di Recchioni e Mammucari, e con essa anche l'epopea di Ringo. La nostra recensione.

Particolare della copertina di Orfani: Ringo 4 - Dissolvenza In Nero

0 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

Dopo due lunghi anni si conclude l'epopea di Ringo, iniziata come orfano, continuata come soldato e ribelle, e infine terminata come padre. Un ruolo, questo, che l'ex Pistolero è riuscito a fatica a fare suo ma per cui ha deciso di sacrificarsi, immolandosi pur di poter dare una speranza a sua figlia.

Rosa è infatti l'unica a restare in vita al termine di Dissolvenza In Nero, una ragazza ormai donna pronta a perseguire gli ideali di suo padre in una guerra che si prospetta completamente diversa, almeno sul fronte dell'ambientazione.

Ambientazione che, se nella prima stagione ha avuto un ruolo secondario e connotativo, in Orfani: Ringo ha acquisito importanza al pari dei quattro protagonisti, diventando un elemento centrale per il susseguirsi degli eventi.

Eventi che in Animali Selvaggi, la storia d'apertura del volume, prendono una piega del tutto inaspettata con la scoperta del doppio gioco di Seba, fin dall'inizio spia per conto della presidentessa Juric. Roberto Recchioni mette in scena un confronto in cui a stupire non è il colpo di scena in sé quanto più le reazioni caratteriali ed emotive che esso suscita nei vari membri del gruppo, in particolare nei ragazzi. Sono infatti questi ultimi a decidere il destino del loro compagno, con un processo in un campo verdeggiante destinato a macchiarsi del sangue del traditore. Sul lato grafico, i disegni di Luigi Pittaluga sono perfetti per inquadrare una Milano deserta e apocalittica ma appaiono piuttosto statici nella rappresentazione dei personaggi, mancando di quel dinamismo e di quell'espressività capace di coinvolgere fino in fondo il lettore.

La galleria del San Gottardo è invece il teatro della resa dei conti tra Ringo e i Corvi, nucleo centrale di Death Metal nonché evento tra i più attesi dell'intera stagione. Nonostante lo scontro tra il Pistolero e i suoi ex compagni non disattenda le aspettative, la parte più interessante della storia risulta essere quella antecedente a esso, con un incontro tra i protagonisti e un gruppo di sopravvissuti capace di commuovere e generare un sentimento di speranza. Il merito è tutto del team di lavoro formato da Recchioni e Uzzeo, quest'ultimo aggiunta davvero azzeccata con le sue sceneggiature tendenti all’intimismo e alla riflessione, a cui si aggiunge un Giancarlo Olivares in stato di grazia ai disegni.

Ma è in C'era Una Volta... Che vengono tirate le file del lungo viaggio di Ringo, terminato, come abbiamo già detto, con il sacrificio di quest'ultimo e la salvezza della giovane Rosa. Una chiusura per certi versi inaspettata in cui Recchioni mette in campo una sequenza finale di grande impatto scenico, che riporta alla mente il dualisimo tra passato e presente che ha contraddistinto tutta la prima stagione della serie. I disegni di Roberto Zaghi, qui all'esordio su Orfani, riescono a coinvolgere il lettore e lo tengono incollato fino all'ultima, straziante tavola, merito anche degli splendidi colori di Giovanna Niro.

Ringo in una vignetta tratta dal volumeHD©Bao Publishing
Il percorso evolutivo di Ringo è il piatto forte del volume nonché dell'intera stagione

Anche per il volume conclusivo della seconda stagione di Orfani, Bao Publishing lascia il lettore libero di scegliere tra due diverse copertine, come sempre a opera di Emiliano Mammucari e di Gigi Cavenago.

Se la "regular" di Mammucari gioca su toni freddi per illuminare (di speranza) la navicella spaziale pronta al decollo verso il Nuovo Mondo, la "variant" di Cavenago, dai toni caldi e accesi, è incentrata sui tre personaggi chiave della saga e sembra volerci mostrare il dualismo tra il passato da soldato di Ringo e il suo presente come padre. 

Per quanto riguarda invece il comparto degli extra, oltre agli ormai consueti bozzetti preparatori dei vari albi, questo volume raccoglie integralmente i dodici passaggi del libro Il Mondo Dopo La Fine della presidentessa Juric, testo che ha accompagnato le vicende di Ringo e dei suoi protetti quasi come fosse un commentario alle loro peripezie.

Orfani: Ringo 4 in versione regular e variant©Bao Publishing

Orfani: Ringo 4 - Dissolvenza In Nero tira le redini di questa seconda stagione, sorprendendo il lettore con un susseguirsi di segmenti action e parti introspettive che dimostrano ancora una volta quanto questa serie migliori di anno in anno.

Il finale, con Rosa a bordo della navicella spaziale diretta verso il tanto agognato Nuovo Mondo, lascia infatti già intravedere un nuovo cambio di rotta per la prossima stagione, pronta a riflettere sul tema attuale dei migranti riportandolo in una chiave fantastica e fantascientifica.

Leggi tutte le recensioni di fumetti su MondoFox

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.