FoxLife

Ian McKellen rifiuta di celebrare un matrimonio vestito da Gandalf

di -

I soldi non possono comprare tutto. L'attore Ian McKellen ha rifiutato un cachet di un milione e mezzo di dollari per celebrare un matrimonio vestito da Gandalf.

Ian McKellen a un evento ufficiale

1k condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Gandalf non è in vendita. E neppure Ian McKellen. Il celebre interprete shakespeariano ha detto di no a un'offerta di 1 milione e 500mila dollari per celebrare un matrimonio vestito come il personaggio dei libri di J. R. R. Tolkien, al quale presta il volto nei film di Peter Jackson.

A rivelare il "gran rifiuto" è stato lo stesso attore britannico, che ha raccontato come si sono svolti i fatti in un'intervista al Daily Mail Online:

Mi è stato offerto un milione e mezzo di dollari per sposare una famosa coppia in California. Avrei anche potuto prendere in considerazione la cosa, se non fosse che avrei dovuto vestirmi da Gandalf. Allora ho detto: 'Mi dispiace, Gandalf non celebra matrimoni'.

Ian McKellen è Gandalf il GrigioHDNew Line Cinema
Ian McKellen nei panni di Gandalf il Grigio

Ma chi è la "famosa coppia" in questione, che non ha esitato a offrire una cifra a 6 zeri a Ian McKellen, pur di assicurarsi i suoi servigi? 

L'attore ha glissato, dicendo di sapere solo che è "un uomo molto ricco", ma il giornale inglese ha sguinzagliato i suoi segugi e ha scoperto che si tratta del co-fondatore di Napster e primo presidente di Facebook, Sean Parker, e della cantante Alexandra Lenas.

I due si sono sposati nel 2013 e il loro matrimonio ha fatto notizia proprio perché hanno scelto di celebrarlo a tema Signore degli Anelli, spendendo l'incredibile cifra di 10 milioni di dollari per ricreare nel modo più realistico possibile le atmosfere della saga fantastica (di cui è stato annunciato un imperdibile cofanetto da collezione). 

Per il loro matrimonio a tema Signore degli Anelli, Sean Parker e Alexandra Lenas non hanno badato a spese

Come riporta The Cut, il desiderio di veridicità dei due sposini si è spinto al punto di costruire una sorta di villaggio con tanto di ponte in pietra nella foresta di sequoie di Big Sur (incorrendo per questo nelle ire degli ambientalisti) e di ingaggiare la costumista de Il Signore degli Anelli, Ngila Dickson, per vestire gli invitati, tra i quali c'erano Sting ed Emma Watson (che tornerà sugli schermi nei primi mesi del 2017, nell'atteso live-action La Bella e la Bestia).

Ian McKellen nei panni di Gandalf a officiare la cerimonia avrebbe dovuto essere la ciliegina sulla torta, ma l'attore non ne ha voluto sapere e Sean e Alexandra hanno dovuto "accontentarsi" della location, degli abiti e del banchetto - durante il quale è stato servito maialino arrosto su tavoli drappeggiati di pelliccia bianca - per soddisfare il loro desiderio di essere protagonisti delle storie di J. R. R. Tolkien.

Ian McKellen ha celebrto le nozze dell'amico e collega Sir Patrick Stuart con Sunny Ozell

Ma perché Ian McKellen si è rifiutato di officiare le nozze del tycoon della Silicon Valley (tanto più a fronte dell'enorme cifra offerta "per il disturbo"), dal momento che appena pochi mesi prima aveva celebrato il matrimonio civile dell'amico e collega Sir Patrick Stuart con la compagna, Sunny Ozell?

La ragione è molto semplice e l'attore l'ha spiegata al Daily Mail Online, al termine di una replica dello spettacolo No Man's Land al Theatre Royal di Newcastle:

Non mi travesto. Tranne che per recitare nei film e a teatro.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.