FOX  

Speciale The Walking Dead: Gli undici di Negan. Daryl

di -

Daryl Dixon, uomo di poche parole, è uno dei membri più importanti, leali e coraggiosi del gruppo di sopravvissuti in The Walking Dead. E non vorremmo perderlo...

449 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Signore e signori, ecco a voi: Daryl Dixon, uno dei personaggi più amati dal pubblico di The Walking Dead.

Creato appositamente per la serie TV (nel fumetto di Robert Kirkman non esiste), Daryl è un personaggio costruito a tavolino per attirare il favore del pubblico.

Inizialmente non ci si fida di lui, e per una valida ragione: veniamo a sapere che avvicina il gruppo di sopravvissuti, insieme al fratello Merle, con l'intenzione di derubarlo.

Poi, però, succede qualcosa: dopo una vita di cattive compagnie - a cominciare proprio da Merle - di violenze (il padre lo picchiava) e di errori (attività illegali di vario tipo), Daryl trova l'occasione di riscattarsi.

The Walking Dead: Daryl Dixon

Nel mondo post-apocalittico di The Walking Dead, ciascuno sopravvive solo mostrando com'è davvero.

E Daryl è leale, generoso, altruista, coraggioso e pronto a rischiare la vita per le persone a cui tiene.

Uomo di poche parole, diventa il braccio destro di Rick, diventa "suo fratello" (indimenticabile il momento in cui, dopo aver sconfitto Joe, Rick mostra a Daryl la sua riconoscenza).

Abile tiratore - la balestra è la sua arma preferita - Daryl affronta situazioni sempre più difficili, uscendone sempre a testa alta.

Il suo legame con Beth, che gli offre l'occasione di esorcizzare la facciata da ragazzino ribelle dietro cui si era sempre nascosto, è solo uno dei modi in cui mostra di essersi perfettamente integrato nella sua nuova famiglia.

Anzi, la sua prima, vera famiglia. Tanto importante da preferirla a quella vera, al legame di sangue con Merle.

Per dimostrarsi all'altezza del fratello minore, anche Merle Dixon si guadagna la redenzione (quella in punto di morte, ovvero quella che funziona per tutti i personaggi).

Perché Daryl Dixon non è il solo a evolversi, a mostrare il meglio di sé in un mondo che di buono non ha più nulla.

Aiuta anche gli altri a seguire il suo esempio, stimolando cambiamenti, atti di coraggio e redenzione.

Anche alla straordinaria interpretazione di Norman Reedus.

The Walking Dead: Norman Reedus è Daryl Dixon

Cosa succederebbe se morisse lui

Ecco la nota dolente. Daryl, proprio perché è amatissimo dal pubblico, rappresenterebbe una vittima di enorme impatto emotivo sui fan di The Walking Dead.

Da mesi si vocifera che sia proprio lui il prescelto, vuoi perché non è presente nel fumetto e vuoi perché ha compiuto il suo percorso di crescita.

Dal punto di vista del "colpo di scena", lo ammetto, eliminare Daryl sarebbe un colpo da maestri: lascerebbe tutti spiazzati. Telespettatori e personaggi.

Ma per quanto riguarda l'impianto narrativo, Daryl è ben lontano dall'aver esaurito il suo compito.

Se è vero che ha ultimato la propria evoluzione (da un pezzo, fra l'altro), è anche vero che ha dei conti in sospeso.

Dwight, come abbiamo visto, sarà uno dei protagonisti dell'inizio della settima stagione.

E Dwight ha un nemico diretto, un rivale con cui si è scontrato più volte, e sul cui contrasto non è stata ancora detta l'ultima parola.

Quel rivale è Daryl Dixon e per portare a compimento l'arco narrativo che riguarda Dwight c'è bisogno di lui.

Spero che questo sia sufficiente per autori e produttori, e che Daryl sia al sicuro. Perché sarebbe davvero una perdita difficile da superare.

Per tutti.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.