FOX  

Speciale The Walking Dead, gli undici di Negan: Michonne

di -

Guerriera dal valore inestimabile, profonda conoscitrice dell’animo umano, pronta sacrificarsi per gli altri: la perdita di Michonne sarebbe un duro colpo...

291 condivisioni 0 commenti

Condividi

Per me, ma anche per molti altri fan della versione televisiva di The Walking Dead, Michonne - che entra nel cast dopo il signor Dixon - è sempre stata una sorta di “Daryl al femminile”: silenziosa (fin troppo, e fin troppo a lungo), sempre all’erta, abilissima nella lotta - con la sua inseparabile katana - leale e coraggiosa.

Il suo ingresso nella storia è uno dei più memorabili: la intravvediamo, misteriosa figura incappucciata con due zombie mutilati al seguito e al “guinzaglio” (in catene), quando interviene per salvare Andrea, rimasta sola e stremata dalla lotta contro i morti viventi.

La scena della sua prima apparizione è identica alla tavola che ce la presenta nel fumetto, perché un personaggio del genere meritava di mantenere intatte le sue caratteristiche.

La prima, misteriosa apparizione di Michonne in The Walking Dead

La sua storia emerge poco alla volta, nel corso delle varie stagioni, man mano che impara ad aprirsi con i suoi nuovi compagni d’avventura.

Il legame d’amicizia con Andrea subisce un duro colpo quando quest’ultima decide di fermarsi a Woodbury, mentre Michonne - che è molto abile a giudicare le persone - intuisce fin dal principio che non c’è da fidarsi del Governatore.

Quando Andrea lo capirà, per lei sarà troppo tardi. Ma il perdono della sua amica Michonne arriverà in tempo.

Perché Michonne è una persona poco incline a mostrare i propri sentimenti, soprattutto quando non conosce abbastanza qualcuno, ma ha un cuore grande.

Ha perso il suo bambino durante lo scoppio dell’epidemia, e ci vuole molto tempo perché abbia il coraggio di raccontarlo a qualcuno.

Michonne in The Walking Dead

Si lega molto a Carl, che prende sotto la sua ala (gli salva la vita in Clear - Ripulire, lo splendido episodio in cui Rick la porta con sé per valutare se è degna di fiducia).

Non esita - mai, e nemmeno per un istante - a offrirsi volontaria per le missioni più rischiose; all’inizio, sembra farlo perché non ha più niente da perdere, ma conoscendola meglio è evidente che la sua è un’indole altruista, generosa e molto protettiva. L’indole di una madre.

Quando il suo legame con Rick, la cui fiducia viene guadagnata con grande fatica, si trasforma in una relazione, finalmente la vediamo sorridere.

Michonne è felice, ha ritrovato una famiglia. Perfino nel mondo mostruoso post-apocalisse zombie, la felicità sembra possibile.

Ed è proprio in quel momento che Negan entra nella sua vita, e in quella di tutti gli altri…

Cosa succederebbe se morisse lei

La morte di Michonne sarebbe un duro colpo per tutti, personaggi e telespettatori.

Rick e Carl ne soffrirebbero più degli altri, ma anche per il resto dei sopravvissuti la perdita sarebbe inestimabile: il valore di Michonne come guerriera, all’interno del gruppo, la rende un elemento indispensabile.

La sua riluttanza nel fidarsi degli sconosciuti e il suo intuito nell’intuire la vera natura o le intenzioni delle persone la rendono preziosa.

Io credo che ci siano molte poche probabilità che gli autori decidano di eliminare un personaggio di così grande valore.

Forse perché sono ancora aggrappata all’idea di un Negan che non uccide (non personalmente, almeno) donne e bambini. Idea che deriva da una versione di Negan che sullo schermo potrebbe ovviamente essere molto diversa.

O forse perché sono convinta che il ruolo di Michonne all’interno del grande disegno narrativo di Robert Kirkman sia ancora troppo rilevante perché possa privarcene.

Spero di non sbagliarmi, perché Michonne - proprio come Daryl, non a caso li ho paragonati - è uno di quei personaggi che piacciono a tutti. E tutti sarebbero molto, molto contrariati, in caso della sua definitiva uscita di scena…

Condividi

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.