FoxLife  

Emilie de Ravin accusa di aggressione una hostess di American Airlines

di -

Emilie de Ravin al vetriolo su Twitter. L'attrice ha accusato una dipendente di American Airlines di averla aggredita e ha chiesto alla compagnia di licenziarla.

Emilie de Ravin al Comic-Con per C'era una volta

12 condivisioni 0 commenti

Condividi

Mai fare arrabbiare una mamma. Emilie de Ravin si è scagliata senza mezzi termini contro una dipendente di American Airlines, accusandola di aggressione e chiedendo alla compagnia aerea il suo licenziamento. Ma che cosa ha scatenato l'"ira funesta" della star di Lost e C'era una volta?

A spiegarlo è stata la stessa attrice, con una serie di Tweet al vetriolo. Stando alla sua ricostruzione dei fatti, l'interprete di Belle si stava imbarcando su un volo in partenza da Los Angeles, quando l'addetta all'imbarco le ha strappato "con la forza" dalle mani la borsa con il tiralatte.

Secondo il resoconto social di Emilie, a salvare la situazione è stato il pilota dell'aereo - "molto gentile e disponibile" - che è intervenuto prontamente, scusandosi a nome della hostess e aiutandola a ottenere il nome della stessa e le informazioni necessarie per sporgere reclamo.

La premura del capitano, però, non è bastata a far archiviare l'episodio all'attrice come uno spiacevole contrattempo. La protagonista di C'era una volta (la cui sesta stagione si annuncia ricca di novità) ha chiesto espressamente ad American Airlines di rimuovere dal suo incarico la donna, definendola "disgustosa".

La gravissima accusa di Emilie (che è diventata mamma di Vera Audrey il 12 marzo 2016) ha spaccato il web in due. Molti utenti hanno espresso solidarietà all'indimenticabile Claire di Lost, sottolineando come episodi del genere non siano inusuali con la compagnia aerea di Dallas, ma altrettanti l'hanno accusata di essere una ricca privilegiata, che non si fa scrupoli a lasciare senza lavoro qualcuno:

Naturalmente, sull'accaduto si è subito espressa anche American Airlines. Per prima cosa, il vettore texano è intervenuto nella polemica online, twittando:

Quello che è successo ci preoccupa molto, Emilie. Per cortesia, facci avere maggiori dettagli, così che possiamo procedere a un esame più attento.

In seconda battuta, la compagnia ha diramato un comunicato ufficiale tramite US Weekly:

Abbiamo visto i Tweet e stiamo esaminando l'accaduto. Intanto, ci scusiamo con il cliente per l'inconveniente. Giusto per chiarire la nostra politica in merito, i tiralatte sono assolutamente i benvenuti a bordo dei nostri aerei. In realtà, non sono considerati parte del vostro bagaglio a mano. Normalmente, potete portare una borsa e un oggetto personale, ma i tiralatte sono ritenuti dispositivi medici e, in quanto tali, vengono lasciati in aggiunta. Il nostro ufficio clienti si metterà in contatto con Emilie de Ravin.

Emilie de Ravin e il cast di C'era una voltaHDGetty images
Emilie de Ravin con alcuni colleghi della serie TV C'era una volta

L'attrice, insomma, nella vicenda sembrerebbe parte lesa, anche se TMZ getta qualche ombra su come sono andate realmente le cose.

Secondo la rivista online, infatti, Emilie stava cercando di imbarcare due bagagli oltre al tiralatte (contravvenendo alla politica di American Airlines, dettagliata dalla stessa compagnia nel comunicato ufficiale relativo alla vicenda) e l'addetta all'imbarco l'avrebbe invitata a lasciarne uno, perché il volo era al massimo della capienza. L'interprete di Belle (che tornerà nella stagione 6 di C'era una volta) si sarebbe rifiutata e, al termine di una discussione, le sarebbe stato concesso di salire con entrambi. 

Come finirà la controversia? Per conoscere gli sviluppi, non resta che rimanere sintonizzati sull'account Twitter di Emilie...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.