FoxLife

Brie Larson (ri)pubblica una foto con un delfino e scoppia la polemica

di -

Una vecchia foto con un delfino ha messo Brie Larson in un grosso guaio. L'attrice ha dovuto difendersi dalle accuse di maltrattamenti agli animali e chiedere scusa.

Un intenso primo piano di Brie Larson sul red carpet

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Se pensate che i delfini siano animali meravigliosi e che una loro foto non possa suscitare altro che entusiasmo, chiedete a Brie Larson. L'interprete designata di Captain Marvel ha pubblicato sul proprio account Instagram un'immagine risalente al 2004 in cui "coccola" uno di loro in quello che sembra un parco acquatico ed è finita al centro di un fuoco incrociato di critiche.

Niente di nuovo nel mondo dei social (ne sa qualcosa Kaley Cuoco, che per uno scatto dei suoi cani sulla bandiera americana è stata accusata di non amare il suo paese), ma la polemica è cresciuta a tal punto che l'attrice ha ritenuto opportuno scusarsi.

Brie è stata bollata come una persona che non ha a cuore il benessere degli animali e che incoraggia la crudeltà nei loro confronti per un'immagine in cui accarezza un delfino sul ventre. Due accuse che il premio Oscar per il bellissimo Room ha respinto sdegnosamente, aggiungendo una postilla alla foto incriminata, in cui afferma:

Non sostengo in alcun modo il maltrattamento degli animali.

Dopo, per fare chiarezza definitivamente sull'accaduto, l'attrice ha postato su Instagram un suo primissimo piano, corredandolo con un lungo messaggio:

Ho pubblicato una foto che fissa un momento stupido della mia bizzarra vita. Ho dimenticato che attraverso i social e le interviste non potete conoscere tutte le mie sfaccettature e ciò che che mi sta a cuore. Dovremmo preoccuparci del benessere di tutti gli animali, dei delfini così come di ogni altra creatura. Ci sono problemi per gli animali che vivono in cattività e ci sono problemi per quelli che vivono allo stato libero. Parlare per coloro che non possono parlare per sé stessi è sempre stata una delle mie priorità. Chiedo scusa se la foto dà l'impressione che approvi i maltrattamenti nei confronti degli animali. Credo che nessun essere vivente debba subire abusi.

Oltre a chiarire la propria posizione in merito alla vicenda e chiedere scusa, Brie - attesa nel nuovo film dedicato a King Kong, Skull Island - ha invitato anche i suoi follower a riflettere sulla possibilità di utilizzare i social per dare vita a dibattiti costruttivi e non solo a feroci attacchi, fatti di accuse e insulti gratuiti:

Nello spazio per i commenti, sentitevi liberi di discutere dei vostri pensieri, delle preoccupazioni, degli articoli e di OGNI COSA che può trasformare quanto accaduto in un momento formativo per me e per tutti coloro che sono interessati. Ricordiamoci che possiamo fare degli errori, ma che possiamo imparare da loro, insieme.

Yo - it's me again. I posted a photo previously that encapsulated a silly moment in my weird life. I forgot that through social media and random interviews you do not know all the facets of me and what my concerns are. We should be concerned about the well being of all animals. Yes, Dolphins. Along with every other creature. There are problems with animals in captivity. There are problems with animals living in the wild. It has always been a priority of mine to speak for those who cannot speak for themselves. I apologize if the photo appeared to endorse animal cruelty. I don't believe any living thing deserves miss treatment. In the comments section feel free to discuss your thoughts, concerns, articles ANYTHING that can turn this into a moment of education for myself all who are interested. We gotta remember that we will make mistakes but we can learn from them, together. Much love.

A photo posted by Brie (@brielarson) on

Gli utenti di Instagram e compagnia ci riusciranno? Di sicuro, Brie ha dato un ottimo esempio di come si può comunicare in maniera garbata e trasparente (anche) attraverso uno schermo.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.