Game of Thrones, una morte avrebbe dovuto essere più cruenta

di -

La morte di Ramsay Bolton in Game of Thrones è stata resa meno sanguinosa per la TV.

Una scena di Game of Thrones

421 condivisioni 0 commenti

Condividi

Ramsay Bolton non fa una bella fine nella sesta stagione di Game of Thrones, ma non si può negare che se la sia cercata.

Il perfido personaggio infatti, dopo aver abusato di Sansa Stark e di Theon Greyjoy nelle stagioni passate, viene ucciso dai suoi stessi cani dopo essere stato sconfitto da Jon Snow nella cosiddetta Battle of the Bastards.

La scena della morte di Ramsay Bolton viene solo accennata e l'ultima immagine che abbiamo del personaggio è quella di uno dei cani che si avvicina alla sua faccia mentre Sansa guarda soddisfatta.

Anche se si sentono le urla di dolore, possiamo solo immaginare a quale atroce morte sia andato incontro uno dei personaggi più odiati di Game of Thrones.

A sentire però gli esperti di Image Engine, lo studio che si occupa degli effetti speciali della serie, la scena avrebbe potuto essere ancora più cruenta.

L'avevamo preparata da diverse angolazioni. Si sarebbe dovuta vedere la carne cadere dalla pelle dopo essere stata morsicata.

Ha detto uno degli addetti di Image Engine. Alla fine la scena è stata giudicata troppo sanguinosa perfino per gli standard di Game of Thrones e quindi si è preferito lasciare il tutto all'immaginazione degli spettatori.

Considerando in quanti speravano nella morte di Ramsay Bolton, probabilmente i fan de Il Trono di Spade non avrebbero avuto problemi a guardare la sua uccisione anche nei minimi particolari.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.