FOX

I 10 momenti da ricordare degli Emmy 2016

di -

Si è svolta nella notte la premiazione degli Emmy 2016: tra sorprese, vittorie e gag, ecco i momenti che ricorderemo di questa 69esima edizione dei premi della TV.

Sarah Paulson

18 condivisioni 0 commenti

Condividi

Avete fatto le ore piccole seguendo l’intera premiazione o avete preferito dormire e cominciare la settimana riposati, controllando stamattina vincitori e vinti degli Emmy 2016? Che abbiate passato la notte in bianco a tifare i vostri beniamini del piccolo schermo o no, dopo tante emozioni e sorprese (e qualche gaffe) è arrivato il momento di fare il punto sulla situazione.

Se volete sapere quali sono stati i momenti più belli e i discorsi di ringraziamento che rimarranno nella storia degli Emmy, questa è la lista che fa per voi! Ecco i 10 momenti che non dimenticheremo della 609esima edizione degli Emmy Awards!

10 - Jimmy Kimmel apre lo show

Quale che sia la cerimonia di premiazione, negli Stati Uniti la tradizione vuole che sia divertente, scoppiettante e perché no, irriverente! Non è inconsueto quindi che a occuparsene siano i comici di grido o i conduttori più amati della TV. Stavolta ci ha pensato uno spumeggiante Jimmy Kimmel, presentatore di questa 69esima edizione. 

Dopo una divertente clip introduttiva in cui Kimmel ha tentato di raggiungere il palco cavalcando un drago assieme ad Emilia Clarke e venendo cacciato dall'auto di James Corden per colpa della sua pessima prova al carpool karaoke, Kimmy ha cominciato ad ironizzare con il pubblico a casa e le star presenti in sala. 

La prima ad essere bersagliata è stata Maggie Smith, l'inossidabile attrice inglese di Downton Abbey nominata per la nona volta (e vincitrice di 3 Emmy), criticata perché sempre assente alla cerimonia di premiazione del premio statunitense. Kimmel ha ironizzato, sostenendo che da quest'anno se il vincitore non sarà presente, la statuetta andrà al secondo classificato: 

Perché non viene mai agli Emmy? Ci tratta come fossimo i People's Choice Awards! 

Non sono poi mancate frecciate dirette al candidato presidenziale Donald Trump (sempre pronto ad apparire in TV) e a The Apprentice, il reality televisivo colpevole di aver involontariamente lanciato la sua campagna elettorale alla presidenza. Il momento più applaudito però è stato quello della frecciata al problema della diversità a Hollywood:

Qui a Hollywood, l'unica cosa a cui diamo più importanza della diversità è il congratularsi con noi stessi per quanto diamo importanza alla diversità.

9- Kate McKinnon vince e Hillary si congratula

Gli Emmy 2016 sono stati anche un momento di rivalsa per parte del vessatissimo cast femminile di Ghostbusters. La prima a vivere il suo momento di gloria è stata Kate McKinnon, la comica del Saturday Night Live che ha vinto proprio per il suo lavoro nel celebre show americano la statuetta per la categoria di Miglior Attrice Non Protagonista in una serie Comedy. 

Il discorso commosso di Kate McKinnon agli Emmy è un momento memorabile HDGettyImages
Kate McKinnon si commuove durante il suo discorso di ringraziamento

McKinnon, celebre per le sue imitazioni di Hillary Clinton e Ellen DeGeneres al SNL, si è commossa subito, dichiarando orgogliosa che erano lacrime vere e non era tutta una messa in scena. Poi ha ringraziato il padre scomparso, che l'aveva iniziata al rito del SNL quando aveva 12 anni. 

Pochi minuti dopo è arrivato un tweet di congratulazioni anche da Hillary Clinton, che si è dichiarata una grande fan della sua imitatrice

8- Julia Louis-Dreyfus è imbattibile

Nella categoria Miglior Attrice Protagonista in una serie Comedy però non c'è stata gara: per il quinto anno consecutivo Julia Louis-Dreyfus ha portato a casa un Emmy per la sua incredibile performance in quella serie TV cult che è Veep. Anche l'attrice ha ringraziato il padre, scomparso di recente ma non prima di averle detto quanto amava questa serie a sfondo presidenziale. La Dreyfus ha sottolineato quanto questo sia stato importante per lei, perché era l'unica opinione a contare davvero.

Julia Louis-Dreyfus si scusa per il clima elettorale americanoHDGettyImages
Julia Louis-Dreyfus mostra orgogliosa i suoi 2 Emmy

Non poteva mancare un riferimento all'incandescente campagna elettorale in corso, dato che Julia Louis-Dreyfus interpreta da 5 anni una vicepresidente degli Stati Uniti pasticciona e incorreggibile. Il suo discorso è stato uno dei più fulminanti e divertenti della serata: 

Mi piacerebbe cogliere quest'opportunità per scusarmi personalmente per l'attuale clima politico. Penso che Veep abbia abbattuto il muro tra commedia e politica. Il nostro show è cominciato come una satira politica, ma ormai sembra un documentario dai toni pacati. Perciò prometto di ricostruire quel muro - e di farlo pagare ai messicani.

La serata però si è chiusa con un autentico trionfo: Veep infatti ha vinto anche come miglior serie Comedy dell'anno!

7- Transparent vince e fa riflettere

Doppia vittoria per Transparent, lo show di Amazon incentrato sui problemi e le difficoltà della vita di persone queer e transgender. Per il secondo anno di fila Jeffrey Tambor ha portato a casa il premio come Miglior Attore Protagonista in una serie Comedy.

Jill Soloway e Jeffrey Tambor vincono un Emmy per TransparentHDGettyImages
Jill Soloway e Jeffrey Tambor

Anche stavolta ha tenuto un discorso molto toccante, ma più breve dell'anno passato (infatti era stato uno dei bersagli del monologo introduttivo di Kimmel, che gli aveva portato un Emmy subito in platea “così risparmiamo 20 minuti di show”). Tambor ha poi chiesto pubblicamente di dare una chance anche agli attori transgender e di offrire loro ruoli come il suo:

Sarei davvero contento di essere l'ultimo attore maschio cisgender a interpretare un personaggio transgender femminile. 

Ha poi ringraziato il creatore della serie TV Jill Soloway, che aveva vinto poco prima un Emmy come Regista di una serie Comedy. Il suo è stato il discorso più forte e importante della serata, che conteneva anche un appello contro la violenza perpetuata ai danni delle persone trans. Memorabile il suo urlo finale: 

Rovesciamo il patriarcato!

6- Consegna speciale da Sottosopra

Tra i momenti più commentati sui social network c'è stato indubbiamente il simpatico siparietto dei giovanissimi protagonisti di Stranger Things. Il conduttore Jimmy Kimmel infatti si è fatto aiutare dai quattro ragazzini (armati di biciclette anni '80 e vestiti con i loro costumi di scena!) e da Undici, oltre che da decine di volontari, per distribuire a tutta la platea gli oltre 7000 sandwich al burro d'arachidi che la madre del comico aveva preparato, come ha testimoniato uno speciale collegamento con la cucina. 

I ragazzini di Stranger Things protagonisti di una gag agli Emmy 2016 HDGettyImages
Chi non vorrebbe mangiare un sandwich consegnato da Dustin?

Insomma, la pizza a domicilio di Ellen DeGeneres agli Oscar ha fatto scuola e la platea è stata sfamata dalle star della serie TV Netflix. È stato successivamente rivelato che alcuni sacchetti di carta contenenti lo spuntino avevano dei messaggi personalizzati all'interno, scritti dalla mamma di Jimmy Kimmel per alcuni dei protagonisti delle sue serie TV preferite! 
La prossima mossa gourmet spetta a Jimmy Fallon, che a gennaio presenterà la 74esima edizione dei Golden Globe.

5- Leslie Jones si prende la sua vendetta su Twitter

Uno dei passaggi più noiosi della cerimonia (e la notoria pausa per fare pipì di chi ogni anno resiste stoicamente per tutto lo show) è il momento degli esperti della Ernst & Young, incaricati della sicurezza riguardante gli Emmy, affinché non vengano diffusi i nomi dei vincitori con leak precedenti alla cerimonia. 

Leslie Jones agli Emmy 2016HDGettyImages
Leslie Jones si vendica agli Emmy 2016

A presentarli sul palco quest'anno c'era un'altra attrice attaccata per il suo ruolo in Ghostbusters, Leslie Jones. Negli scorsi mesi l'attrice afroamericana è stata costretta a chiudere il suo account verificato su Twitter, in quanto inondato di durissimi insulti razzisti e sessisti nei suoi riguardi. La Jones non ha perso l'occasione per chiedere agli ingessati ingegneri della Ernst & Young di occuparsi del problema

Nessuno vuole saperne nulla dei segreti noiosi degli Emmy. Dato che siete bravi a tenere le cose al sicuro... il mio account Twitter. Mettetelo sotto chiave, per favore! State usando tutte le vostre capacità per proteggere la categoria Miglior Voiceover di una sit-com francese mentre io finisco nuda sulla CNN!

4- L'arcinemico Matt Damon

Anche gli Emmy è proseguito l'ormai annuale incontro e scontro tra Matt Damon e Jimmy Kimmel, che da tempo portano avanti questa finzione di essere acerrimi nemici l'uno dell'altro.

Matt Damon rovina la festa a KimmelHDGettyImages
Matt Damon è pronto ad annientare Jimmy Kimmel

Subito dopo la premiazione della categoria Miglior Talk Show di Varietà, vinta da John Oliver, l'attore di The Martian è salito sul palco, mangiando una mela e chiedendo a Kimmel, che era nominato nella stessa categoria, chi avesse vinto. Non pago, Damon ha ironizzato per alcuni minuti sulla mancata vittoria del presentatore, irridendolo:

Mi spiace, deve essere così umiliante. Hai perso e ora te ne starai qui per il resto della serata, mentre probabilmente vorresti solo tornare a casa, raggomitolarti e piangere.

Scendendo dal palco, Damon ha lanciato la frecciata finale, chiedendo al presentatore di ringraziare da parte sua la madre per l'ottima mela. 

3- La sorpresa di Rami Malek

Nonostante fosse tra i favoriti della serata, il protagonista della serie TV rivelazione Mr. Robot era così sorpreso mentre attendeva di cominciare il suo discorso di ringraziamento per la vittoria del premio per Miglior Attore in un Drama che ha chiesto conferma alla platea se anche loro vedessero quello che vedeva lui: l'Emmy nelle sue mani.

Rami Malek dedica il premio a tutti gli Elliot del mondoHDGettyImages
Rami Malek e Christian Slater

Rami Malek ha sbaragliato l'agguerritissima concorrenza con il personaggio precario e problematico di Elliot. A persone con simili problematiche e con un profondo senso di disagio verso il mondo in cui viviamo ha dedicato il suo discorso: 

Interpreto un giovane uomo e penso che sia simile a molti di noi, è così profondamente alienato. La cosa triste è che non sono nemmeno sicuro di quanti di noi sarebbero disposti a passare una serata con un ragazzo come Elliot. Tuttavia voglio onorare tutti gli Elliot, perché c'è un po' di lui in ognuno di noi, non è vero?

2- Tatiana Maslany fa centro

Se per il collega Malek è stato centro al primo colpo, la bella e talentuosa protagonista di Orphan Black ha dovuto attendere molti anni prima di conquistarsi una meritatissima vittoria agli Emmy. Maslany interpreta da anni non uno, bensì quasi una decina di cloni con caratteristiche fisiche e caratteriali molto diverse nella serie fantascientifica tra le più amate degli ultimi anni, Orphan Black. Dopo essere stata snobbata per anni dagli Emmy e dopo essere stata sostenuta da una gran campagna di sensibilizzazione operata dal fandom dello show, Tatania Maslany ha finalmente raggiunto la sua vittoria

Tatiana Maslany vince il suo primo EmmyHDGettyImages
Tatiana Maslany mostra il suo primo Emmy: ce l'ha fatta!

Alla quarta nomination e alla prima vittoria, l'attrice ha stupito tutti con un discorso davvero conciso ma efficace, che sottolineava una delle caratteristiche che rendono Orphan Black uno show per certi versi unico nella serialità contemporanea: 

Mi sento così fortunata a essere in uno show che mette le donne al centro della storia.

1- The People v. O.J. Simpson: American Crime Story sbanca

Serviva una serie televisiva applaudita da subito come un capolavoro per permettere a un'altra grande delusa dagli Emmy del passato, Sarah Paulson, di portare finalmente a casa la statuetta dopo ben 6 nomination andate a vuoto. L'attrice, sfavillante in un abito verde di Prada tra i più amati sui social, è arrivata sul red carpet accompagnata da Marcia Clark, ovvero il personaggio che interpreta nella serie TV che ha ricostruito uno dei più controversi processi della storia giudiziaria americana. 

Emmy 2016, Sarah Paulson è la regina della serataHDGettyImages
Sarah Paulson vince il suo primo Emmy

La vittoria dell'attrice è stata accolta con una vera e propria standing ovation dal pubblico di colleghi e rivali in sala. Salita sul palco, Paulson ha ringraziato i colleghi e i realizzatori dello show, ma soprattutto la donna che si è trovata ad interpretare

La responsabilità di interpretare una persona vera è enorme. Devi farlo bene, non per te stessa ma per lei. Io, con il resto del mondo, sono stata superficiale e trascurata nel mio giudizio (sul tuo lavoro) e sono qui oggi per dirti che mi dispiace.

Game of Thrones avrà anche fatto la storia diventando lo show con più vittorie in assoluto nella categoria regina Miglior Serie TV Drammatica, ma Sarah Paulson è stata la regina della serata e la protagonista della miglior gif dell'evento, che ha spopolato sui social per tutta la notte: 

Sarah Paulson è la regina degli Emmy 2016Emmy
La gif migliore della serata

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.