FoxLife

Colpa delle stelle: è morto Dalton Prager, vero protagonista della storia

di -

Il giovane Dalton Prager è morto, a soli 25 anni, dopo aver lottato contro la fibrosi cistica. La sua storia era diventata famosa grazie al film Colpa delle stelle.

Una scena romantica tratta dal film Colpa delle stelle

824 condivisioni 0 commenti

Condividi

"Colpa delle stelle" non è solo una storia d’amore tra due adolescenti, è il racconto di come i malati terminali affrontano la malattia.

Emozionante e realistica, soltanto un paio di anni fa la pellicola aveva toccato i cuori di mezzo mondo e ancora oggi, nel giorno in cui è scomparso il "vero" protagonista di questo film, torna a far parlare di sé.

Dalton Prager ha ispirato il film Colpa delle stelleHDkentucky.com

Il giovane Dalton Prager non ce l’ha fatta e se n’è andato a soli 25 anni, lasciando la moglie Katie che aveva conosciuto su Facebook a 18 anni e poi sposato nel 2011, anche lei malata di fibrosi cistica (patologia genetica incurabile).

Una malattia terribile che solitamente porta a una sopravvivenza media di 40 anni e che questa volta ha colpito prima del tempo: il ragazzo è deceduto al Barnes-Jewish Hospital di St. Louis.

Il 18 settembre la moglie e la mamma di Dalton hanno annunciato la sua dipartita tramite Facebook:

Il mio migliore amico, mio marito, la mia ispirazione se n'é andata. Com’è successo? Come è possibile che mio marito non sia più qui?

Questo si chiede Katie nel suo post online, ricordandolo come “un combattente”. Tantissimi i messaggi e i commenti commossi, di fronte alla notizia, e tantissime le persone che hanno scritto alla pagina Facebook che avevano aperto per raccontare la loro storia.

Il film "Colpa delle stelle" (uscito nel 2012 negli Stati Uniti e arrivato nelle sale italiane nel 2014) aveva coinvolto tutti proprio perché aveva raccontato in modo molto romantico la storia di una giovane coppia di malati che non hanno alcuna speranza di guarire.

Colpa delle stelle è uscito in Italia nel 2014HDovernewsmagazine.com

Il romanzo omonimo da cui è stato tratto è stato scritto da John Greentradotto in più di quaranta lingue (10,7 milioni di copie vendute solo negli States): un libro forte e vero che parte dall'ineluttabilità della morte e diventa un inno alla vita, un inno all’amore della giovane coppia.

La storia del giovane del Missouri ha ispirato un libro, un film e tantissime persone che hanno potuto conoscere un uomo a cui la malattia non era mai riuscita a togliere la voglia di vivere.

Sara Adami - Maico Morellini

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.