FoxLife

David Bowie e Prince, due biografie per approfondirne la vita e la carriera

di -

Scomparsi a distanza di pochi mesi l'uno dall'altro, David Bowie e Prince hanno lasciato un vuoto nel cuore dei fan, che ora possono rivivere le loro storie in due nuove biografie.

David Bowie e Prince sulle copertine dei libri

35 condivisioni 0 commenti

Condividi

Amati, celebrati, idolatrati. Lo Smilzo Duca Bianco e il Folletto di Minneapolis, David Bowie e Prince. Due artisti scomparsi troppo presto e con ancora tanto da dire, in grado di lasciare un voragine nel cuore dei loro fan che difficilmente potrà mai colmarsi.

Per ricordarli e celebrarli a pochi mesi dalla loro scomparsa, Sperling & Kupfer porta in libreria due nuove, particolari biografie incentrate su questi due mostri sacri della musica. Stiamo parlando di Bowie di Wendy Leigh e di Prince: Purple Reign di Mick Wall, due testi molto diversi fra loro accomunati dal desiderio di voler raccontare qualcosa di inedito o poco conosciuto sulla vita di questi grandi artisti.

Quella dedicata al creatore di Ziggy Stardust è infatti quasi totalmente incentrata sul lato più "gossipparo" della sua vita, sviscerando le relazioni amorose del cantante e il suo rapporto con gli altri musicisti del tempo, mentre quella dedicata a Prince Rogers Nelson si focalizza prevalentemente sui primi quindici anni della sua carriera.

Entrambe le biografie, presentate da Sperling & Kupfer in una lussuosa versione cartonata con sovraccopertina, sono corredate da un apparato fotografico centrale a colori, che mostra le due icone musicali dietro e davanti al palcoscenico. Ma andiamo a scoprirle meglio nel dettaglio.

La biografia di David Bowie edita da Sperling & Kupfer

La prima, quella riguardante il Duca Bianco del rock, esplora uno degli aspetti più discussi del celebre cantate londinese, ovvero la sua caleidoscopica vita sessuale e sentimentale.

La scrittrice britannica Wendy Leigh, venuta a mancare anche lei nel corso del 2016, ha infatti deciso di fare un ritratto non solo musicale ma anche privato del cantante, raccogliendo ben 75 interviste con amici e persone vicine a Bowie.

Nel libro vengono quindi sviscerate le avventure sessuali e sentimentali dell'artista, i suoi eccessi con le droghe negli anni '70 e le amicizie - a volte vere, a volte controverse - con musicisti del calibro di John Lennon e Mick Jagger.

Una biografia che parla sì del percorso di crescita artistica e musicale di David Bowie, dalla sua infanzia fino ai suoi ultimi giorni, narrato però attraverso avvenimenti, ricordi e pettegolezzi tratti dal suo trasgressivo passatoChi si aspetta dunque di trovarci retroscena sulla nascita delle sue canzoni, dei suoi alter ego più famosi, dei suoi spettacoli, rimarrà deluso.

La biografia di Prince edita da Sperling & Kupfer

Scritta da uno tra i più prolifici giornalisti musicali al mondo, la biografia del Folletto di Minneapolis è una panoramica sui primi anni della carriera dell'artista, con l'ultimo periodo trattato in modo meno approfondito.

Il libro racconta infatti la storia di Prince dall'infanzia traumatica all'incessante ricerca di evadere la realtà attraverso la musica, passando per la conquista dello star system per finire con il concentrarsi sulle rivalità professionali (celebri quelle con Michael Jackson e Sinead O' Connor) e sui suoi due matrimoni finiti in tragedia.

Come nel libro su Bowie, anche in questo caso l'artista è ritratto dentro ma soprattutto fuori dalle scene, immerso nel suo "regno viola" fatto di musica, di donne ma anche di fede e sacralità.

Purtroppo, sempre come nel caso di Bowie, anche qui approfondimenti su testi e canzoni sono praticamente assenti, rendendo il volume consigliato a chi si vuole avvicinare a una delle più grandi popstar della storia della musica, in quanto i suoi estimatori difficilmente troveranno qualcosa in più di quello che già conoscono.

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.