FOX  

Hundred To Go: intervista agli autori della miniserie prodotta da FOX Italia

di -

Abbiamo intervistato Nicola Prosatore e Carlo Salsa, autori della nuova Miniserie di Fantascienza prodotta da FOX Italia in collaborazione con BMW

Il protagonista Matteo Martari insieme al regista di Hundred To Go

34 condivisioni 0 commenti

Condividi

Siamo nel 2116, e il mondo che ci troviamo davanti è una visione alterata del nostro presente. Un futuro dove le emozioni sono cancellate dalla faccia della Terra, e dove ogni essere umano vive con un clone di se stesso. 

Sono le premesse di Hundred To Go, la miniserie in cinque episodi prodotta da FOX Italia in collaborazione con BMW e in onda prossimamente sul canale 112 di Sky. 

Abbiamo incontrato Nicola Prosatore e Carlo Salsa, gli autori di questa avvincente storia che vede nel cast Matteo Martari, Cesare Bocci e Marianna Di Martino. 

Quali saranno i temi portanti di Hundred To Go? Cosa dobbiamo aspettarci da questa miniserie?

Innanzitutto di divertirvi, perchè i viaggi nel tempo sono le esperienze più intriganti di sempre. Nel nostro viaggio nel tempo il protagonista dovrà migliorare il suo mondo, anche se all’apparenza sembra un mondo efficiente, pacifico, perfetto. Così perfetto da poter pensare di non aver più bisogno delle emozioni. Cervello o Cuore? Ragione o Amore? Può uno dei due escludere l’altro?

Hundred To Go è ambientato in un futuro distopico, dove gli umani sono incapaci di provare emozioni. La sceneggiatura trae ispirazione da autori di fantascienza o da film in particolare?

Non crediamo ci sia stato un riferimento preciso, ma una somma di stimoli che vanno dalle distopie di Orwell e Huxley a universi meno cupi e temporalmente a noi più vicini, come 22.11.63 e soprattutto Ritorno al Futuro. Del resto questa storia è innanzitutto un viaggio nel tempo in cui il protagonista cerca di modificare il passato per migliorare il suo presente

Il futuro di Hundred To Go è così lontano dal nostro presente?

Non è impossibile pensare che il futuro dipinto in Hundred To Go sia così lontano da noi. Se ci riflettiamo viviamo in un'epoca che sempre più si sta basando su una continua e compulsiva riproduzione dell’Io. Cosa sono i Social Network se non un’infinita duplicazione di se stessi? E il rapporto con l’altro non può che pagarne un prezzo. Nell’immaginarsi il futuro convergono le ipotesi di un raffreddamento emozionale dell’umanità. 

Hundred To Go sarà composta da cinque episodi brevi, in onda prossimamente in esclusiva su FOX 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.