FoxCrime  

Thomas Gibson: la mia verità sul licenziamento in Criminal Minds

di -

La litgata sul set tra Thomas Gibson e lo sceneggiatore è stata una doccia fredda per i fan, che non vedranno più in azione Hotch. Ecco la sua verità sulla vicenda.

Un'immagine promozionale di Thomas Gibson

297 condivisioni 1 commento

Share

La notizia trapelata ad agosto è stato un vero pugno allo stomaco per molti fan di Criminal Minds: Thomas Gibson è stato licenziato dalla CBS.

L'attore interprete di Hotch, caposquadra della BAU, era stato protagonista in negativo sul set della stagione 12 dando vita a un'accesa discussione con Virgil Williams, lo sceneggiatore della serie. L'epilogo non è stato dei migliori, in quanto Gibson ha addirittura tirato un calcio al collega, facendo decidere al network di sospenderlo definitivamente.

Questa è la versione trapelata dal set, ma ora l'attore ha voluto essere intervistato per raccontarci la sua versione della storia.

Eravamo in contrasto su una battuta che a mio parere era discordante con una precedente. Lui si è impuntato che la voleva girare a tutti i costi nonostante fosse notte fonda.

Quel piccolo diverbio per lui sarebbe morto lì ma la diatriba è proseguita anche lontano dalle telecamere portando al suo (ingiusto, dal suo punto di vista) licenziamento.

Finita la scena ero nel backstage a parlare con i colleghi di questa scelta a mio parere errata. Mi è passato accanto quasi travolgendomi e io mi sono dovuto spostare, il piede però è rimasto indietro e lui è caduto.

Stando quindi alle sue parole, un semplice incidente ingigantito per metterlo in difficoltà e trovare una giusta causa per lasciarlo a casa.

Dopo la caduta, abbiamo poi continuato con le riprese del giorno ultimandole. Ci siamo salutati ed è stata la mia ultima volta sul set. Mi sono anche scusato più volte per le parole usate in quella discussione, ma non è servito a nulla.

Quale sarà quindi la vera versione dei fatti? Meglio chiamare la BAU ad indagare.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.