FoxLife

Noor Tagouri, la prima donna musulmana con hijab tra le pagine di Playboy

di -

La prima donna musulmana che ha posato per Playboy con tanto di hijab si chiama Noor Tagouri: ecco i dettagli!

Noor Tagouri

34 condivisioni 0 commenti

Condividi

Vedere una donna musulmana posare per Playboy completamente vestita e con il capo coperto dallo hijab sembrava essere qualcosa di impossibile.

E invece la giornalista americana Noor Tagouri e la nota rivista hanno stupito il mondo, con un servizio che vede come protagonista proprio la splendida 22enne di origini libiche e di fede musulmana, che indossa con orgoglio giacca di pelle, t-shirt bianca, jeans scuri, sneaker e rossetto rigorosamente rosso. Ma, soprattutto, sfoggia fiera il suo hijab.

Playboy, nel numero che uscirà in America a ottobre, ha dedicato alla splendida Noor un servizio nella sezione Renegades 2016, ovvero la speciale rubrica dove la giovane donna è stata inserita tra gli uomini e le donne più influenti del momento.

Noor Tagouri negli Stati Uniti è molto famosa, in particolare per le sue crociate social atte ad abbattere i pregiudizi verso il mondo arabo.

Nelle pagine in cui Noor Tagouri è stata immortalata, in tutta la sua bellezza, la giornalista ha svelato quale sia il suo sogno:

Il mio obiettivo è diventare la prima anchor-woman in hijab della televisione commerciale degli Stati Uniti.

Affascinante quanto intelligente, Noor ha deciso di posare per Playboy con uno scopo ben specifico:

So che la mia comunità è rappresentata male dai media. È per questo che voglio parlare della mia gente nel modo corretto. Meritiamo giustizia.

Il servizio di Playboy ha scatenato moltissime critiche da parte delle femministe americane le quali, da sempre, sono in disaccordo con la linea editoriale dello storico mensile fondato da Hugh Hefner. Secondo loro, infatti, la rivista mercifica il corpo della donna.

Nonostante questo, Noor Tagouri è stata molto contenta della sua scelta di posare per la rivista. Scelta che è solo l’ultimo tassello mediatico di una “battaglia” partita dalla campagna di H&M, con la prima "modella velata", e abbracciata anche da Dolce&Gabbana che hanno realizzato una collezione di hijab e abaya di alta moda.

Gli abiti disegnati da Dolce & Gabbana per le donne musulmaneHDDolce & Gabbana
Collezione 2016 Dolce & Gabbana

Perché, e non ce ne voglia Oriana Fallaci, per alcune donne il velo non è solo "stupido cencio da medioevo" ma un indumento che rispecchia anche la loro personalità e il loro credo. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.