FOX

Drive, dopo il film arriva l'adattamento a fumetti

di -

Adattato per il grande schermo da Nicolas Winding Refn, il romanzo di James Sallis rivive oggi in un'adrenalinica versione a fumetti. A disegnarla è l'italiano Antonio Fuso.

La copertina del numero 1 di Drive

121 condivisioni 0 commenti

Share

Se in questi giorni siete al Romics, il celebre festival del fumetto e dell'animazione di Roma, c'è un volume che non potete proprio lasciarvi sfuggire.

Edizioni BD porta in anteprima alla fiera romana l'adattamento a fumetti di Drive, il thriller di James Sallis divenuto famoso in tutto il mondo in seguito al film che Nicolas Winding Refn ha tratto dal romanzo.

Al contrario della pellicola, alterata in termini di trama per meglio adattarsi al medium cinematografico e alla visione del regista, questa nuova trasposizione dell'opera di Sallis è quanto più possibile fedele al materiale originale, tanto che lo scrittore la definisce "una vera seconda rinascita" per il suo libro.

Scordatevi quindi la faccia da bravo ragazzo di Ryan Gosling e il suo giubbotto di pelle con ricamato sopra il celebre scorpione dorato: il protagonista del fumetto è una figura molto diversa - e per certi versi più approfondita - di quella che avete conosciuto sul grande schermo nel 2011.

Come nel film, la trama dell'opera segue le vicende di un driver professionista, diviso tra il suo lavoro diurno come stuntman cinematografico e quello notturno come autista per piccoli criminali e malavitosi della zona, rimasto immischiato in un affare più grande di lui, una faccenda capace di far vacillare tutte le sue più radicate convinzioni.

Se la pellicola di Refn è tutta giocata sull'opposizione tra scene d'azione e momenti di assoluta quiete, lasciando allo spettatore il compito di dedurre gesti e motivazioni del protagonista, il fumetto si sofferma ad approfondire la sfera psicologica del personaggio, mostrando stralci del suo passato utili a comprendere il percorso che l'ha portato a vivere la sua doppia vita.

La scrittura di Michael Benedetto, autore della sceneggiatura di questo adattamento, restituisce infatti alla storia tutto ciò che il regista danese ha reso implicito nella sua versione, portando su carta un driver molto più loquace di quello impassibile e impenetrabile di Gosling ma non per questo meno risoluto e affascinante.

Le matite di Antonio Fuso, già disegnatore dei moderni fumetti dei G.I.Joe, riescono poi a dare vita in maniera convincente alle atmosfere del romanzo originale, togliendo un po' di quella patina glamour a cui Refn ci ha abituati per far posto a tonalità più marcatamente criminali e thriller.

Oltre ai quattro capitoli della storia a fumetti, pubblicati originariamente da IDW nel 2015, il volume ospita anche un'intervista allo scrittore James Sallis e una al disegnatore italiano, corredata da alcune pagine di bozzetti e schizzi preparatori.

L'edizione BD Comics del fumetto di Drive

Che abbiate apprezzato o meno il romanzo originale e la sua versione cinematografica, se amate i thriller e i noir metropolitani l'adattamento a fumetti di Drive è un'opera che saprà coinvolgervi dalla prima all'ultima pagina, inghiottendovi in una spirale fatta di auto veloci, inseguimenti mozzafiato, un omicidio misterioso e un protagonista di cui avrete voglia di leggere ancora.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.