FOX  

The Exorcist: Alfonso Herrera ci parla di Padre Tomas

di -

The Exorcist punta tutto sugli uomini chiamati a combattere il Male. Padre Tomas, colto e moderno, pensa ai demoni come a un modo per spiegare i disturbi mentali.

86 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Un sacerdote che pensa ai demoni come un espediente creato dalla Chiesa per spiegare le malattie mentali? Possibile. Affascinante. E funzionale alla narrazione.

Il personaggio di Padre Tomas Ortega, interpretato dall'attore messicano Alfonso Herrera, è uno dei punti focali di The Exorcist, la serie in arrivo su FOX in anteprima assoluta il 31 ottobre.

Così come lo era nel film di William Friedkin - la fede di padre Karras (Jason Miller) era in crisi e all'inizio si dimostrava scettico sulla possessione demoniaca - e nel romanzo di William Peter Blatty.

Padre Tomas Ortega in The Exorcist

Quando si combatte il Diavolo, la tradizione letteraria, cinematografica ma anche religiosa, spesso dipinge i guerrieri più forti a partire da figure impegnate in una lotta interiore sulla propria fede.

Figure che tornano a credere durante la battaglia contro il Male, diventando più forti che mai.

Padre Tomas viene contattato da Angela Rance (Geena Davis): una madre disperata che, incapace di trovare spiegazioni razionali a ciò che sta succedendo in casa sua, pensa a manifestazioni maligne.

Alfonso Herrera è Padre Tomas

Padre Tomas è stato concepito come un sacerdote che incarna lo spirito più moderno della Chiesa. Un uomo contemporaneo, colto, curioso e portato a spiegare razionalmente tutto ciò che può.

Toccherà proprio a lui indagare, scontrarsi con le proprie convinzioni e costringere se stesso a rivederle, mentre affronta la più grande paura dell'uomo (di fede o no): il faccia a faccia con un nemico che non si combatte ad armi pari, e che ha dalla sua tutti i trucchi del Diavolo, con il terrore ancestrale che ne deriva.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.