FoxLife

Shailene Woodley è stata arrestata durante una protesta in North Dakota

L'attrice Shailene Woodley è stata arrestata dalla polizia in North Dakota, durante una manifestazione di protesta contro un oleodotto in fase di costruzione.

L'attrice Shailene Woodley

52 condivisioni 0 commenti 0 stelle

Share

L'attrice protagonista della saga Divergent Shailene Woodley è stata arrestata oggi, 11 ottobre 2016, dalla polizia del North Dakota. Se vi state immaginando bagordi notturni, sbronze colossali, schiamazzi o qualche furtarello, siete lontanissimi dalla realtà. La 24enne, diventata celebre a livello mondiale per il ruolo di Tris in Divergent, è stata arrestata durante una marcia di protesta, insieme ad altri 26 manifestanti. 

È noto da tempo alle cronache l'impegno dell'attrice 24enne per la causa ambientalista e animalista di cui è fervente e attiva sostenitrice, tanto quanto Leonardo Di Caprio. Stavolta la giovane stella hollywoodiana è finita nei guai durante una protesta pacifica di qualche centinaio di persone in North Dakota, con l'accusa di sommossa e sconfinamento.

yo, #standingrock. we on our way. #protectcleanwater #NoDAPL #uptous

A photo posted by Shailene Woodley (@shailenewoodley) on

Non è il primo caso di una celebrity che si mette nei guai per il proprio impegno civile durante contestazioni e manifestazioni, però Shailene Woodley è la prima a finire nei guai raccontando tutto in presa diretta sui social network. Ha infatti continuato a filmare minuto per minuto su Facebook la protesta e, successivamente, anche il proprio arresto.

Durante la lunga ripresa via cellulare l'attrice stava raccontando della protesta contro l'oleodotto nei territori delle tribù dei nativi americani, quando alcuni poliziotti si sono avvicinati e l'hanno arrestata. La Woodley ha replicato prontamente in diretta:

Siamo in centinaia di persone qui! Mi state arrestando perché sono conosciuta e ci sono 40mila persone online che mi stanno guardando!

Il video è ovviamente diventato subito virale, superando quota 2 milioni di visualizzazioni, mentre Shailene Woodley è stata rilasciata poche ore dopo dalla polizia. La protesta contro il DAP (Dakota Access Pipeline) è quindi sorta agli onori delle cronache internazionali.

Se qualcuno pensa che si tratti di una trovata pubblicitaria, si sbaglia di grosso. Basta infatti scorrere i profili social di Shailene Woodley per scoprire che l'attrice si batte da tempo con una tribù di nativi Sioux che contesta questo oleodotto. Gli Standing Rock e la Woodley vogliono fermare i lavori di questa imponente opera, giudicata pericolosa e non necessaria dagli ambientalisti e dalla tribù, che vive nei territori confinanti.

Shailene Woodley, giovane e appassionata, segue quindi le orme di Leonardo di Caprio e George Clooney (arrestato per una protesta davanti all'ambasciata del Sudan alcuni anni fa): grazie al suo uso costante dei social però ha saputo dare grande visibilità alla causa in cui crede. Magari tutti gli arresti di celebrities avessero cause così nobili!

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.