FoxLife

È Bob Dylan il vincitore del Premio Nobel alla Letteratura 2016

di -

Il menestrello del rock americano Bob Dylan ha vinto il prestigioso Premio Nobel alla Letteratura 2016. L'annuncio è stato dato oggi, 13 ottobre, dall'Accademia Reale di Svezia.

Bob Dylan

137 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Dall'eterno giullare Dario Fo (scomparso proprio in queste ore) al menestrello degli Stati Uniti. Il Premio Nobel alla Letteratura di quest'anno unisce idealmente due figure: quella di Fo, una delle vittorie più atipiche tra quanti hanno ricevuto la celebre medaglia, e quella di Bob Dylan, eterno candidato che però non sembrava aver mai avuto concrete chance di vittoria. 

Risale infatti al 1996 la prima candidatura di cui si ha notizia del celebre menestrello del rock. Le candidature vengono rivelate solo alcuni decenni dopo e solo se c'è volontà di farlo da parte del Paese che le avanza; quindi non sempre è possibile sapere quali siano i nomi segnalati all'Accademia Reale di Svezia per il Premio. A 20 anni esatti dal primo, infruttuoso tentativo di vincere la celebre medaglia d'oro, è sì una grande figura pubblica statunitense ad ottenerla, come mormoravano i ben informati; ma è anche il nome che nessuno si aspettava

Il Nobel alla letteratura va a Bob Dylan HDGettyImages
Il menestrello del rock

I pronostici della vigilia, che volevano vincitori i due grandi portabandiera della letteratura statunitense quali Don DeLillo (autore di Rumore Bianco) e Philip Roth (autore di Pastorale Americana), sono stati puntualmente disattesi. A spuntarla è stato un candidato che veniva proposto ormai da un ventennio ma su cui mai nessuno ha puntato sul serio: anche gli scommettitori davano la vittoria di Dylan 16 a 1 nelle ore immediatamente precedenti l'annuncio. 

Invece la vittoria è finalmente arrivata ed è stata accolta con un boato di gioia e sorpresa nella sala degli annunci all'Accademia di Svezia, a Stoccolma, mentre il mondo seguiva la diretta streaming dell'evento su tutti i canali social ufficiali: 

Era dalla vittoria di Toni Morrison nel 1993 che gli Stati Uniti non riuscivano ad assicurarsi un Nobel in questa particolare categoria. Da anni c'era molta attesa per scoprire chi l'avrebbe spuntata, mandando fuori gioco i tanti nomi papabili di origine americana. L'Accademia di Svezia tende infatti a premiare letterati della stessa nazionalità a molto tempo di distanza l'uno dall'altro; perciò è probabile che la vittoria di Dylan metterà fuori gioco per anni i già anziani DeLillo, Pynchon e Roth.

Bob Dylan, menestrello del Novecento

Soprannominato "menestrello del rock" e considerato da molti più un vero e proprio poeta più che un semplice cantautore, Bob Dylan è nato col nome di Robert Allen Zimmerman il 24 maggio del 1941 a Duluth. I suoi testi poetici e politici hanno raggiunto la notorietà mondiale negli anni '60 e incarnano i valori e i sogni di un'intera generazione. Negli anni, però, Dylan si è distinto anche come scrittore, artista, pittore e scultore, imponendosi come una delle figure culturali più importanti del Novecento. 

Il Premio Nobel 2016 va a Bob DylanFeltrinelli
Bob Dylan sulla copertina di Tarantula

Questo Nobel corona una carriera di successi davvero senza uguali. Tra i numerosi riconoscimenti che Bob Dylan ha vinto non si possono non citare numerosi Grammy Awards, un Oscar nel 2001 per la canzone Things Have Changed (composta per Wonder Boys), il premio Pulitzer nel 2008 e la Presidential Medal of Freedom nel 2012.

La sua candidatura al premio Nobel venne proposta la prima volta dal docente universitario Gordon Ball, ma negli anni ottenne anche l'endorsement di figure letterarie leggendarie, come il poeta Allen Ginsberg.

Come sempre, l'Accademia Reale di Svezia ha pubblicato un breve comunicato con le ragioni della scelta del vincitore. Quello di quest'anno recita così: 

Per aver creato nuove espressioni poetiche all'interno della grande tradizione musicale americana. 

Per chi volesse cimentarsi con qualche lettura dedicata, le numerose opere letterarie di Bob Dylan sono pubblicate in Italia da Feltrinelli. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.