FOX

Halloween: 10 imperdibili film horror e i loro (preziosi) insegnamenti

di -

C'è tanto da imparare dai film horror. Per celebrare Halloween, vi proponiamo 10 classici del genere e i loro preziosi insegnamenti per... non fare la fine del topo!

Le locandine dei film Rosemary's Baby, Shining e Profondo Rosso

106 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Se non ci fossero i film horror (e certe serie TV) nessuno si ritroverebbe a pensare se gli adorabili nuovi vicini abbiano qualche "trascurabile" fissazione (tipo, per il diavolo) o il principe azzurro sia davvero azzurro e non piuttosto una copia tendente al rosso (sangue).

Attraverso lo schermo, il terrore è entrato in circolo nella realtà, dando forma a nuove paure, ma fornendo anche i mezzi per... non fare la fine del topo. O almeno provarci.

Se non ci avete mai fatto caso, è arrivato il momento di rimediare. E quale occasione migliore di Halloween? Per essere preparati alla notte più spaventosa dell'anno, noi di MondoFox vi proponiamo 10 imperdibili classici del genere e i loro preziosi insegnamenti.

Naturalmente, è solo un gioco. Anche se non si sa mai... 

Rosemary's Baby (1968)

Una coppia di sposini cerca casa a New York e la trova in uno dei palazzi più signorili della città. I vicini sono simpatici, gentili e premurosi. La carriera di lui prende improvvisamente il volo e lei, che desidera diventare mamma, rimane incinta. Troppo bello per essere vero? Proprio così. Niente capita per caso e certi accordi hanno un prezzo molto alto da pagare.

Da vedere perché: patti chiari, amicizia lunga.

Shining (1980)

Un aspirante scrittore non proprio in quadro accetta di lavorare come custode invernale in un albergo sperduto tra le montagne per completare il suo romanzo. La moglie e il figlio vanno con lui, ma l'isolamento non è esattamente un toccasana quando hai tendenze ossessive e paranoiche e sei facile alle allucinazioni. Soprattutto se nel posto in cui vivi, anni prima, è stato compiuto un massacro.

Da vedere perché: "All work and no play makes Jack a dull boy" (ovvero, troppo lavoro fa male).

Paranormal Activity (2007)

Due fidanzati vanno a convivere nella classica villetta dei sobborghi americani. Niente di più ordinario, se non fosse che dopo pochi giorni iniziano ad accadere fatti strani e inquietanti, come inspiegabili rumori notturni e oggetti che si spostano da soli. A quel punto, lei confessa a lui che dall'età di 8 anni è perseguitata da una misteriosa presenza. E il terzo incomodo è tutt'altro che amichevole.

Da vedere perché: "Il triangolo, no! Non l'avevo considerato" ("Lui chi è? Come mai l'ha portato con te?").

Ju On - Rancore (2000)

Un insegnante delle scuole elementari è preoccupato per un alunno che manca da diversi giorni e decide di andare a casa sua per capire che cosa è successo. L'abitazione è sporca, in disordine e sembra abbandonata. Ma non è così, il bambino c'è e pure qualcos'altro... Il bravo maestro, però, non fa caso all'aspetto spettrale del piccolo, né all'atmosfera opprimente e inquietante che regna nell'appartamento e scatena una mortale catena di eventi.

Da vedere perché: chi si fa i fatti suoi, campa cent'anni.

Profondo Rosso (1975)

Una medium "legge" i pensieri di un assassino durante una conferenza e il killer torna in azione, lasciando dietro di sé una scia di sangue e di morti. Un pianista inglese sospettato di essere l'omicida seriale si mette a indagare per conto proprio e scopre una casa sinistra, un disegno inquietante fatto da un bambino e una nenia da incubo. Naturalmente, anche lui rischia di fare una brutta fine. Ma è innocente oppure no? La soluzione del rompicapo è un gioco di specchi.

Da vedere perché: la mamma è sempre la mamma.

Carrie - Lo Sguardo di Satana (1976)

Una ragazza ingenua, goffa e disadattata, con una madre sola ossessionata dalla religione, è lo zimbello della scuola superiore che frequenta. La sua già pessima situazione si aggrava in seguito a un incidente imbarazzante. Ma non tutti i compagni e le compagne sono dei mostri (forse) e due di loro organizzano per lei una serata fiabesca. Com'è ovvio, alla fine nessuno visse felice e contento.

Da vedere perché: quel gran c*** di Cenerentola esiste solo nelle favole.

Scream (1996)

Un misterioso assassino si diverte a tormentare le sue vittime con "orrorifici" quiz telefonici, prima di sbudellarle. I suoi bersagli sono i liceali di una sonnacchiosa cittadina di provincia americana, che come tutte le sonnacchiose cittadine di provincia americane nasconde una gran quantità di segreti. Anche uno per cui uccidere senza pietà (prendendosi un sacco di botte).

Da vedere perché: una telefonata (non) allunga la vita.

Benvenuti a Zombieland

Un ragazzo che vuole ritrovare la famiglia, un duro in cerca dei suoi amati "dolcetti spugnosetti", due sorelle molto sveglie, Bill Murray che interpreta sé stesso e #47 regole per sopravvivere agli zombie (Rick Grimes, impara). I non-morti fanno ridere, ma corrono veloci e hanno fame di carne umana come sempre. Abbassare la guardia può rivelarsi letale. E pure prendere in giro qualcuno troppo credulone.

Da vedere perché: il doppio colpo leva ogni dubbio (regola #2).

Il Presagio (1976)

Il bambino di una coppia nasce morto e il personale religioso che gestisce l'ospedale propone al padre di adottare il neonato di una donna che non è sopravvissuta al parto. Naturalmente, la coincidenza non è affatto tale e il piccolo nasconde un segreto a dir poco ingombrante. Per i primi 5 anni tutto fila liscio, ma poi inizia una catena di eventi terrificanti e di morti che fa capire all'uomo che i generosi prelati gli hanno giocato un brutto scherzo.

Da vedere perché: i bambini sono la speranza del mondo.

Poltergeist - Demoniache presenze (1982)

Una tipica famiglia americana vive in un tipico quartiere residenziale immerso nella natura, quando all'improvviso la piccola di casa inizia a parlare con il televisore. Potrebbe essere solo un gioco, ma quando il figlio di mezzo viene aggredito nel suo letto dalle piante del giardino e la bambina è risucchiata dall'elettrodomestico, i genitori capiscono di avere a che fare con dei fenomeni paranormali. Ma qual è la causa? Per trovarla, dovranno scavare a fondo. E fare qualche viaggio interdimensionale.

Da vedere perché: troppa TV fa male.

A proposito, buona maratona di film di Halloween!

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.