FOX

Harrison Ford, la produzione di Star Wars paga una multa da record per il suo incidente sul set

di -

A distanza di quasi due anni dall'infortunio di Harrison Ford sul set di Star Wars: Il risveglio della Forza, la produzione dovrà pagare una multa vicina ai 2 milioni di euro.

Primo piano di Harrison Ford

464 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Harrison Ford ha rischiato grosso nel 2014 sul set del film Star Wars: Il risveglio della Forza.

L'attore, infatti, poteva perdere la vita mentre vestiva i panni di Han Solo a causa di una leggerezza della produzione, immediatamente coinvolta in una causa legale.

A quanto ricostruito dagli atti processuali, Harrison Ford sarebbe stato colpito da una delle pesantissime porte in ferro del Millennium Falcon, attivate erroneamente da qualcuno. L'attore è stato scaraventato a terra con una forza paragonabile a quella di una piccola automobile.

Fortunatamente Ford se l'è cavata con una semplice frattura, ma l'incidente non è potuto assolutamente passare inosservato.

Proprio in queste ore, la società britannica Foodles Production - di proprietà di Disney - è stata multata con una sanzione da record per l'infortunio dell'attore.

Secondo quanto riportato da BBC, il Tribunale di Londra ha disposto il pagamento di una multa pari 1,6 milioni di sterline (circa 1,8 milioni di euro) per non aver rispettato gli standard di sicurezza durante le riprese.

Primo piano di Harrison FordHDGetty

In seguito all'incidente, Harrison Ford è stato operato alla tibia e alla mano, dove aveva riportato una profonda lacerazione.

L'attore è stato in convalescenza per circa 8 settimane dopo l'operazione, causando così un ingente ritardo sul termine delle riprese del film. Nonostante Han Solo abbia dato il suo ultimo saluto alla saga di Star Wars, vedremo Harrison Ford sul grande schermo molto presto.

Ford sta lavorando alla realizzazione di Indiana Jones 5 - la cui uscita è prevista per il 2019 - e pare che abbia intenzione di vestire i panni dell'indomito archeologo ancora a lungo!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.